Sciamano

Il Tamburo dello Sciamano

Sciamano

La Via dell'Allievo

Potere e comando

Molti si avvicinano allo sciamanesimo soltanto alla ricerca Potere, spesso perché mancano di potere nelle loro vite, non riescono ad avere un loro territorio e a realizzare quello che desiderano,
Altri desiderano più semplicemente il benessere, non sempre in senso finanziario, ma più in generale come "star bene".
È importante però capire che il Potere non serve a nulla (anzi è dannoso!) se non si sa in quale direzione orientarlo e come gestirlo. Faccio un esempio: tu puoi trovare il Potere di dominare gli altri, ma se lo usi per avere la meglio sul vicino di casa nelle questioni condominiali, il Potere così è sprecato, usarlo ti svuota di cavallo di vento e infine non riuscirai più a utilizzarlo. Peggio ancora, quest'uso vano non ti farà sentire bene.
Il Potere va sempre usato per realizzare al meglio quello che prevede il nostro Sogno datoci dal Cielo ossia realizzare il nostro posto nell'Universo. Questo posto non è comunque scelto da noi né può esserlo.
Molti credono che avere Potere significhi poter dominare, comandare sugli altri. Se non riescono a questo, credono che dipenda da un loro difetto, da una loro debolezza, dall'incapacità di trovare o usare il Potere.
Ebbene, non è così: non tutti, anzi solo pochi(!), sono chiamati a comandare, guidare o dominare, la maggioranza di noi si trova in "nodi" della rete del Cosmo, in cui non possono né debbono comandare, ma invece devono seguire.
L'illusione delle democrazie anglossassoni che ha raccontato agli uomini che tutti hanno le stesse possibilità e che possono - e quindi debbono - diventare dei leaders, ha creato una marea di infelici. Di persone che sono infelici perché non sono leaders e pensano per questo di avere qualcosa che non va. Di persone che non desiderano nemmeno essere leaders, ma si sforzano e si convincono di volerlo o si rassegnano all'emarginazione.

In realtà gli anglossassoni hanno una visione aberrante del Mondo in cui la leadership è il solo valore, mentre servire non è che una debolezza.
Al contrario, agli occhi di uno sciamano, servire è il compito migliore che possa toccarci, una benedizione divina che ci concede delle vite serene e povere di angosce.
Solo a pochi tocca di essere capi e questo è un onere gravoso, non un vantaggio!

Per fortuna anche i capi servono uomini o Spiriti superiori a loro ed è questa la parte più bella e più dolce del proprio Sogno.
Chi è chiamato a seguire e servire non potrà realizzare nulla né essere felice se non orienta il Potere che ottiene in quella direzione.
I Poteri infatti non sono soltanto per chi guida, anzi! ce ne sono molti di più per chi serve.
Quello che gli sciamani sanno è che la forza, la capacità di incidere sulla realtà, di cambiarla e di lasciare una traccia profonda delle nostre vita non è nell'azione individuale, ma nell'azione concertata di tutti i Poteri dei singoli che li fanno circolare e li incanalano. Scopo del capo allora è quello del direttore d'orchestra che armonizza e indirizzi le miriadi di Poteri e contributi.
L'esaltazione dell'individualità, come valore principale dell'esistenza, mentre crede di dar senso alla nostra vita, al contrario la confina nell'inutilità, colmata solo per brevi istanti da "un quarto d'ora di celebrità".
Il grande uomo sacro Lakota Fools Crow disse una volta: "Ho sentito un americano cantare una canzone in cui si vantava che per quanto forse avesse fatto sbagli, aveva però fatto le cose a modo suo. Ecco, questo era il suo sbaglio peggiore" (la canzone è I did it my way di Frank Sinatra).

Seguendo la via sciamanica potrete ottenere, più facilmente di quanto sembri, grandissimi Poteri, l'importante è che li indirizziate nella giusta direzione.
Questi atteggiamenti sapienti costituiscono ciò che chiamo la Via dell'Allievo.
Allievo! Magnifica parola! Non uomo di successo, leader, individuo... queste sono parole insegnate dagli anglosassoni e diventate nell'Impero Americano valori assoluti, unici, indiscutibili. Ma invece sono inganni che conducono i più all'infelicità, un'infelicità talora perfino peggiore di quella che si aveva nell'epoca feudale: perché oggi chi non è leader, si sente inutile e un fallito!
L'Allievo, colui che fedelmente segue una Via, questa è una meravigliosa parola!