Sciamano

Il Tamburo dello Sciamano

Sciamano

Giaguaro

Jaguar
Jaguar
Elemento Terra e Fuoco.

Mondo vegetale Ayahuasca. Mais.

Fasi espansive Tutto l'anno(?). Notte. Eclissi di sole e di luna.

Parti del corpo Testa. Occhi, vista. Guance. Barba e baffi. Lobo temporale. Mascelle. 6° chakra. Arti e articolazioni.

Poteri: Agguato. Attacco. Aggressività, ferocia. Tempismo, scatto, senso dell'opportunità. Riservatezza, silenzio. Prudenza, cautela, diffidenza. Forza, potenza. Maestria, versatilità. Solitudine, individualismo, autosufficienza. Insofferenza. Chiaroveggenza, visione di altre realtà. Viaggio nello spazio, nel tempo e nei mondi. Viaggio sciamanico. Signore delle montagne e dell'eco. Signore del mondo infero, psicopompo. Suono e potere del tamburo. Guardiano del Fuoco.

Il Potere

Il suo nome indio è yaguara, "colui che uccide con un balzo".
Questo animale infatti non insegue la sua preda, la attende in agguato e nel momento più opportuno le balza addosso azzannandole la testa ai due lobi temporali. Quando il giaguaro tocca terra, la preda è già morta con il cranio spaccato.
Se però fallisce il colpo, non ci riproverà una seconda volta.

Più massiccio del leopardo, è più piccolo del leone e della tigre, ma più feroce perfino di quest'ultima.
Animale misterioso e solitario, è molto difficile riuscire a vederlo e delle sue abitudini si sa pochissimo.
I giaguari abitano un territorio che può estendersi fino a 300 miglia, si incontrano soltanto durantre il calore, ma sono così solitari da irritarsi a vicenda anche durante il sesso.

Il loro potere è al contempo forte e versatile.
Il giaguaro infatti sa cacciare nella prateria come nella foresta e le paludi; predilige la vicinanza dell'acqua, con cui, a differenza della maggioranza dei felini, si trova a suo agio; sa pescare con le zampe alla maniere degli Orsi; è ottimo nuotatore e caccia anche piccoli alligatori o caimani.
Per contro sono stati visti giaguari fino a 3800 metri d'altitudine.
Non per caso gli indios narrano che possono volare sulle cime delle montagne e che ci sono giaguari acquatici che abitano le profondità dei fiumi.
In centro e sudamerica è il Signore degli Animali nonché il principale alleato di molti sciamani.
Non semplice alleato, il Giaguaro è anzi lo sciamano tra gli animali.
Sciamano e Giaguaro non solo semplicemente equivalenti, ma ciascuno dei due è nello stesso tempo l'altro.
Sciamani vagano sulle montagne e spiano o uccidono i loro nemici sotto forma di giaguari e giaguari s'impossessano dell'anima di uomini tramutandoli in sciamani.
Molti sciamani alla morte diventano definitivamente giaguari.

Sciamano-animale e Viaggiatore tra i Mondi, è grazie al suo viaggiare in questa e altre realtà che ha acquisito i suoi molti poteri. E ha la saggezza arcaica (forse oggi fuori-moda, non a caso rischia l'estinzione) di tenere le sue conoscenze segrete.
Sembra però che la sua origine sia ctonia, dal Mondo Sotterraneo verso cui accompagna spesso le anime dei morti, nel ruolo di psicopompo (guida delle anime).
È anche il signore delle montagne, dell'eco e del tamburo. Il suo ruggito è la voce del Tamburo e del Tuono.

Occorre essere rispettosi del Giaguaro. Solo gli sciamani possono padroneggiarne lo spirito, negli uomini comuni esso può dar luogo a fenomeni di grave possessione: in Sudamerica sono noti dei "giaguari mannari", analoghi ai licantropi europei.

I Giaguari sono spesso animali lunari, perché schivi e in prevalenza notturni. Ma soprattutto il Giaguaro è l'incarnazione della Terra che al tramonto divora il sole e diventa il potere dell'astro solare durante la sua corsa notturna.
Esso è perciò il Sole che splende nel Mondo Sotterraneo.
Si narra anche di un Giaguaro azzurro, che vive nel Mondo Celeste. Ha due teste per divorare il Sole e la Luna (eclissi) e gli Indiani Tupinamba dicono che alla fine dei tempi scenderà sulla terra a far preda degli uomini.

Mondo vegetale: In Amazzonia, come gli sciamani di quella terra, mangia la corteccia di Ayahuasca, la potente pianta psicotropa usata per avere visioni.
Gli indios dicono che lo fa "per balzare nell'altra realtà".
Nessun bianco l'ha visto direttamente farlo, anche se ne hanno trovato le tracce. Ma in esperimenti sui gatti, li hanno visti, dopo aver mangiato l'ayhuasca, fare salti all'indietro: salti "al contrario", verso l'Altro Mondo.

È anche protettore del mais. Gli Indiani raccontano che fin dalle origini 4 giaguari stanno a guardia ai 4 angoli dei campi di mais.


Elemento: Animale ctonio, viene dalle profondità della Terra. Ma come l'uomo dopo di lui, ha acquisito il potere di dominare tutti gli elementi. È anche guardiano del Fuoco. Lo ha portato con il potere del Tuono e del Sole Sotterraneo.
Appartiene all'Ovest, direzione del Mondo Sotterraneo, della Terra dei Morti e del Tuono.

Fasi espansive: È attivo soprattutto di notte. Ma in parte anche durante il giorno, specie al crepuscolo e all'alba, e non è un caso: queste infatti sono le ore "intermedie", in cui si aprono varchi tra le Realtà, varchi che i Giaguari-sciamani attraversano, spesso divorando l'ayahuasca.
Si accoppia, pare, in tutti i periodi dell'anno.

Parti del corpo: Come animale saltatore, ha arti e articolazioni possenti. Ma la sua maestria nell'agguato richiedono grande potere negli occhi e nell'olfatto.
Le sue mascelle e i denti sono poi incredibilmente forti, tra i pochi in grado di rompere anche il guscio delle più solide tartarughe.
L'insolita tecnica di uccisione, che non non spezza il collo della vittima, ma gli ossi delle tempie, ci dice che il giaguaro colpisce alla testa e alle zone evolute del cervello e che di questi poteri si alimenta: testa, 6° chakra.

Il Giaguaro come messaggero: Se udite un Giaguaro ruggire, è possibile che lo spirito di un morto stia venendo a parlarvi.
O forse un Temporale sta per scuotere la vostra vita: potete subirlo con terrore oppure far vostro il potere del Tuono che vi carica di elettricità e risveglia la natura (anche in città!).
Se un Giaguaro viene a visitarvi, forse state vivendo o vivrete un eclissi, ma il Giaguaro vi rivela che il Sole Nero non è altro che il Sole che splende sottoterra e illumina un mondo nascosto e poteri che non sospettavate.
Di questi poteri potete far tesoro, sappiate però che dovrete far tutto da soli e tener segreti i vostri intenti.

Il Giaguaro come animale di potere: Difficile è padroneggiare questo potentissimo totem. In altre culture direbbero che solo i chiamati a diventare sciamani possono, gli altri ne vengono posseduti.
Noi moderni, così complessi, siamo più di rado vittime di vere possessioni, in compenso siamo bravissimi a difenderci dagli spiriti potenti "indebolendoli". Perciò spesso chi ha come animale di potere un Giaguaro o altri spiriti troppo "forti" (come l'Aquila) non è magari posseduto, ma è molto debole.

Il Giaguaro infatti ci porta poteri assai impegnativi da gestire, come la forza e la versatilità insieme, il talento in molti campi diversi, ma anche la solitudine, il potere di gestire questi talenti da soli, senza l'aiuto degli altri.
Gli uomini-giaguaro, se prendono in mano il loro potere, sanno esprimersi su terreni assai diversi, esploratori di vasti e incontaminati territori in senso sia letterale sia spirituale.

Sono maestri nell'agguato e nell'attendere il momento opportuno, e quando attaccano sono inesorabili.
È difficile dominare l'aggressività del giaguaro e possono esserne, quand'è il momento, posseduti: devono assolutamente allenarsi a tener sotto controllo il loro alleato su questo piano.

Hanno la capacità di gettar luce nel Mondo Sotterraneo e illuminare luoghi che la maggior parte degli altri non vorrebbero vedere.

Individualisti, scontrosi, spesso insofferenti alla presenza degli altri, suscettibili, hanno bisogno di un loro spazio vitale che non venga invaso. Possono aver difficoltà nella vita di coppia.
Devono sviluppare i loro progetti da soli e tenere segrete le loro intenzioni altrimenti perderanno potere e alla fine saranno deboli e sconfitti.
Tutto ciò che realizzeranno sarà dovuto solo ai loro sforzi personali.

Sono affascinanti ma suscitano timore e diffidenza. Timidi ma anche aggressivi e talora spietati.

Riescono a vivere in situazioni dove altri non sopravviverebbero e trovano nutrimento con maestria in modi inaspettati e in tutti campi. Per questo non sorprende che possano diventare guide di altre persone e maestri, pur rimanendo in fondo soli (così come gli sciamani tradizionali).

Avranno olfatto e vista, specie notturna, acuti o li acuiranno rafforzando il loro legame col Giaguaro. Così pure i loro denti e mascelle.
Sanno vedere nel buio e hanno dunque doti di chiaroveggenza, spesso fin dall'infanzia.
Se però non riescono a gestire o rifiutano la sfida di padroneggiare il loro potere, presenteranno problemi proprio alla vista e ai denti, non riusciranno a esprimere aggressività e il Giaguaro diverrà aggressivo contro di loro. Oppure si faranno dominare dall'animale saltuariamente senza riuscire a sfruttarne davvero il potere.
Sono attivi di notte e di gorno, ma più di notte. I loro poteri, specie sciamanici, saranno maggiori nelle ore del tramonto e dell'alba.