Sciamano

Il Tamburo dello Sciamano

Sciamano

Lepre

Elemento Acqua e Fuoco.

Mondo vegetale Fico. Prugne. Uva e vino.

Fasi espansive Tutto l'anno. Notti di luna. Alba e crepuscolo.

Parti del corpo Labbra. Denti incisivi. Organi sessuali, utero. Fegato, colecisti, bile. 2° e 3° chakra. Gambe.

Poteri: Fertilità. Sessualità. Rinascita, rigenerazione, resurrezione. Abbondanza, esuberanza, moltiplicazione. Lascivia, incontinenza, spreco, sfrenatezza. Ebbrezza. Pubertà. Longevità, eterna giovinezza. Agilità. Velocità, rapidità. Elusione, capacità di sorprendere l'avversario e di saltare gli ostacoli. Tattica, ingegnosità. Bricconeria. Autonomia, individualismo. Timidezza. Paura.

Il Potere

La lepre è un animale lunare.
Anzi, è quasi essa stessa la luna. O ne è il fratello o l'amante incestuoso, talmente essa e l'astro condividono la stessa natura.
Non soltanto perchè la lepre vive specialmente di notte, appare silenziosa e scompare d'un tratto saltando nella luce lunare.
Ma perché è animale fertilissimo, il cui popolo supera la distruzione operata dai predatori riproducendosi in migliaia di giovani esemplari, proprio come la luna muore per risorgere e come il regno vegetale regolato dai cicli lunari e delle acque si rigenera in primavera, o meglio con la prima luna di primavera.
Non per caso nel primo plenilunio di primavera cade la festa cristiana della Pasqua e quella ebraica del Pesah, ancestrali celebrazioni della rinascita primaverile e poi della rinascita di un popolo che fugge la schiavitù d'Egitto e infine della resurrezione di Cristo.
Inoltre i piccoli della lepre vengono svezzati e diventano indipendenti in 28-29 giorni, esattamente il ciclo di una luna.
Tutti i popoli poi hanno riconosciuto la figura di una lepre disegnata dalle ombre sulla luna.

Il suo potere primario è comunque il potere della vita elementare, moltiplicativa, rigogliosa e incontrollabile. Quello stesso potere che allo spirito umano appare elusivo, ambiguo e potenzialmente pericoloso.
Si tratta infatti di forze indispensabili e positive nell'infanzia, sia dell'uomo che del mondo o di una civiltà (così come la primavera è l'infanzia della natura) ma che l'uomo in un secondo momento, raggiunta la maturità, teme divengano incontrollabili e che finiscano col distruggere ciò che è stato costruito grazie ad esse.
La lepre presenta perciò le energie, ancor più che dell'infanzia, della pubertà, con il suo violento risveglio sessuale, un'età che non ha più le giustificazioni di innocenza dell'infanzia, ma che dell'infanzia conserva ancora la libertà e lo spirito incontrollabile.
Portatori di poteri come questi sono visti nella tradizione degli Indiani delle Pianure, e anche in molte altre religioni, come dei Bricconi, spiriti irriverenti che aiutano l'uomo ad affrancarsi dal potere assoluto degli déi e degli spiriti ostili, ma di cui al contempo è bene non fidarsi troppo.
Ambivalente o, se è il caso, ambigua, come la Luna, la Lepre è timida e schiva, o dall'altro lato maestra nell'arte dell'elusione.
Se un potenziale predatore è nelle vicinanze, si immobilizza, come paralizzata dal terrore... ma questa è anche un'abile tecnica per non farsi individuare. Inaspettatamente poi, al momento giusto, scatta da fermo in una rapidissima corsa, mettendo il suo nemico nel sacco.
La sua traiettoria è oltretutto imprevedibile perché procede a salti e balzi, di qua e di là.
Timida e paurosa oppure astuta maestra dell'elusione?
Come le forze primarie della natura, influenzate dall'incostante luna, la Lepre non può essere indagata e ridotta ai nostri modelli di pensiero.

Mondo vegetale: Tutta la vegetazione spontanea che risorge a primavera condivide la natura della Lepre.
Nel taoismo si narra che la Lepre che vive sulla luna è all'ombra di un fico intenta a pestare in un mortaio le erbe per il filtro dell'immortalità.
Così anche la longevità e l'eterna giovinezza sono tra i suoi Poteri, altra faccia della fertilità.
La Lepre come la Luna ha sempre almeno due facce.

In alcune leggende le lepri mangiano prugne e bevono vino. E i quattrocento conigli o lepri degli aztechi erano divinità agresti protettrici delle mèssi, ma anche dedite alla pigrizia e all'ubriachezza.
Tutto ciò non stupisce: il vino e la sua ebbrezza sono forze primarie di incontenibile voglia di vivere e le Dionysia, feste dell'antica Grecia in onore di Dioniso, dio del vino, si tenevano appunto all'inizio della primavera.

Elemento: Come la Luna, governa le acque e le piogge.
Ma un Briccone come la Lepre è certo servito all'uomo per rubare agli dèi il segreto del Fuoco.
Secondo alcune nazioni Indiano-americane ha fatto ciò insieme con il Castoro, il Ragno e la Lontra e ha anche insegnato agli uomini le arti e l'artigianato (che sono modi molto abili per competere con gli dèi sul terreno stesso della creazione) nonché sconfitto il pesce-serpente che opprimeva l'umanità.

Fasi espansive: E' attiva tutta l'anno durante il quale partorisce diverse volte.
Si muove specie la notte ed è particolarmente attiva all'alba e al crepuscolo, le ore in cui si aprono varchi tra questa e l'altra realtà.
Per questo ci può fare da guida in altri Mondi, soprattutto nei Mondi dove albergano i poteri elementari della natura, come i Regni delle Fate e il Paese della Meraviglie dove Alice si avventura guidata da un Coniglio.

Parti del corpo: Come animale saltatore e corridore, le sue zampe posteriori sono possenti.
Così come molto potere è negli organi sessuali per la sua fertilità.
Anche le labbra e i robusti denti incisivi che non smettono mai crescere non vanno dimenticati e chi nasce con il labbro leporino è certo stato colpito dal potere negativo della Lepre o della Luna.
Nel fegato, o più esattamente nella colecisti, si crede alberghi il suo potere di immortalità e i fabbri cinesi ne usavano il fiele (bile) nella fusione delle spade perché conferirebbe eternità all'acciaio.
Fegato, paura e coraggio sono d'altronde sempre associati.

La Lepre come messaggero: Animale velocissimo, amante della corsa e che si sposta ora di qua ora di là, la Lepre è messaggero per eccellenza. Nella mitologia greca si accompagna a Hermes, messaggero degli dèi, di cui condivide la natura elusiva, ambivalente e briccona.
Ma la Lepre, portatrice dei poteri della primavera e dell'accoppiamento, è soprattutto un messaggero d'amore, dell'amore tra maschio e femmina, fertile e procreativo.
Così se vi appare in una visone o un sogno, vi reca forse il messaggio di un nuovo amore nella vostra vita.
O magari... state per avere un bambino!
Comunque vi porta un messaggio di rigenerazione, di rinascita.
Con il suo potere di moltiplicarsi rapidamente, può anche dirvi che sarete presto coinvolti (o lo siete già) in più progetti creativi e questi si svilupperanno in breve tempo, forse il tempo di una luna.
La Lepre è foriera di rapidi e spesso facili sviluppi, se mi muovete con agilità.

La Lepre come alleato: L'ingegnosità e la capacità di aggirare o scavalcare gli ostacoli con salti e balzi, come il portar avanti iniziative non passo-dopo-passo, ma in modo irregolare, all'apparenza disordinato, che sorprende gli avversari, sono specifici poteri che la Lepre insegna ai suoi amici.
Quest'animale è preda di moltissimi carnivori, la natura lo compensa di questo con un'enorme fertilità.
Perciò chi ha la Lepre come alleato ha il dono di sviluppare i propri progetti con facilità e in breve tempo o quando falliscono sa lasciarli andare senza pesi sul cuore, perché ne ha molti altri in serbo nascosti ai piedi di un albero e visibili solo ai raggi della Luna.
Sa sostenere i fallimenti con sportività e un'alzata di spalle, supera il problema con un agile balzo e crea qualcosa di nuovo - e poi ancora e ancora... In tutto questo si diverte.
Ha la dote di prendere la vita con leggerezza, cosa spesso irritante per le persone serie, ma è comunque un essere solitario dotato di una strana schiva esuberanza, che la rende vitale ma al tempo stesso reticente ed enigmatica sulle sue vere intenzioni e la sua vera natura.
E' capace o può imparare ad abbandonarsi con gioia lieve all'amore e al sesso, senza molte remore morali.
Il che può far diventare l'alleato della Lepre una persona... leggera e un distruttore o distruttrice di cuori. Non agisce mai però con freddezza o disprezzo per gli altri, solo con l'innocenza post-infantile della pubertà. Ed è amante tenero e sensibile, ancorché volubile.
Deve tuttavia evitare di lasciarsi sopraffare dai piaceri dei sensi.
La timidezza delle persone-lepre può far pensare che la loro noncuranza, le loro tendenze solitarie, siano un modo per non darsi completamente e non lasciar divorare il loro cuore, in effetti delicato. Chissà...
Le persone-lepre sono infatti a volte timorose, alcune si spaventano facilmente, ma il potere del loro animale può insegnar loro a controllare la paura e farne un alleato.
Dovranno imparare a restare immobili e impassibili nel pericolo per scattare a mettersi in salvo al momento opportuno. La capacità di passare con estrema rapidità da un atteggiamento o una direzione al suo contrario è uno dei più grandi e utili poteri della Lepre.
Se sono coinvolti in una competizione è bene che dalla Lepre imparino a non lasciar trapelare agli altri le loro mosse. Ma soprattutto ricordino che il loro animale è una preda, non un predatore, perciò non si lascino tentare dallo scontro diretto: andrebbero contro natura votandosi a una sonora sconfitta.
Le lepri sono vegetariane, un aumento dei vegetali nell'alimentazione rafforzerà il potere dell'animale diminuendo inoltre l'aggressività, pericolosa per chi ha la Lepre quale alleato.