Sciamano

Il Tamburo dello Sciamano

Sciamano

LA FINE DELLA CIVILTÀ

O meglio, la fine di questa civiltà.
Questa civiltà in cui tutti siamo nati e cresciuti sta morendo.
Preparatevi alla fine, perché poi non ci sarà più tempo.
So che per la maggioranza leggere della fine del mondo è come leggere di qualunque altra cosa magari interessante e si chiedono solo se una nuova consapevolezza spirituale li aiuta a stare meglio. Tutti di solito pensano che questa civiltà durerà per sempre.
Ma questo nostro mondo sta finendo davvero.

Giudizio universale
Il Giudizio Universale in un famoso dipinto del pittore fiammingo Hyeronymus Bosch.

Molti piangeranno quando sarà tardi: chi sopravviverà al cambiamento e non sarà pronto per un nuovo mondo con nuovi valori e chi morirà e non sarà pronto per le prossime esistenze.
Preparatevi, quelli di voi che possono, non manca più molto!

Siamo in un momento simile a quello che attraversava l'Impero Romano circa 1500 anni fa, quando il mondo romano-ellenistico, da tempo agonizzante, moriva e veniva sostituito dalla civiltà cristiana e dal Medio Evo.
Che questa civiltà stia per finire lo so da molti anni, da quando ero bambino e mi fu rivelato in visione dagli Spiriti. Allora non capivo bene cosa significava.
In seguito, quando divenni sciamano, il Popolo delle Stelle mi portò nel loro mondo e spiegò tutto in profondità. Mi fu anche detto però che non avrei dovuto farne parola fino a che i tempi non fossero stati maturi, fino a che i segni non avessero permesso alle persone più sensibili e attente di capire.

Non sarà la fine del Mondo, anche se questo è un equivoco che è accaduto spesso - se non ogni volta! - alla morte di una civiltà.
Non finisce il Mondo, finisce solo il mondo in cui siamo cresciuti, cui siamo abituati e che vogliamo credere immortale.
Per gli uomini e le donne del VI secolo d.C. il crollo dell'Impero Romano e l'inizio del Medio Evo parvero davvero la fine del mondo. Fu però "soltanto"la fine di una civiltà e l'inizio di una nuova.

Perché la fine?

Sciamani e veggenti sanno tutti o quasi che la fine si sta avvicinando.
Com'è noto a molti di voi, anche un'antica profezia Maya predice un grande sovvertimento nel 2012.
Tuttavia anche chi non è sciamano e non legge profezie antiche può riconoscere i segni della Fine, proprio come alcuni venti segnalano l'arrivo dell'inverno o i primi temporali freddi il finire dell'estate e il silenzio innaturale degli animali predice un terremoto o un uragano.
Tutti i segni della Natura si riconoscono per esperienza: avendo assistito a molti cambi di stagione un contadino è in grado di riconoscere l'arrivo dell'autunno o di un fortunale.
Voi in questa esistenza non avete visto la fine di altre civiltà perchè la vita di ciascuno è troppo breve. Ed è assai difficile recuperare ricordi autentici di nostre vita passate.
Per questo è utile, anzi vitale, studiare e conoscere la Storia, che sono i ricordi dell'umanità.
Riporterò i segni chiari della fine a chi mi segue assiduamente, e quindi nell'area di sciamanesimo avanzato.
Ma come avverrà la fine?
Il declino del sistema capitalistico in cui viviamo è palpabile, le banche negli Stati Uniti stanno fallendo e questo crea un effetto valanga in Europa con il crollo di banche in Gran Bretagna e perfino in Svizzera, non banche piccole ma gruppi tra i più grandi del mondo, quali l'UBS e il Credit Suisse sono sull'orlo del fallimento. Ora potrebbe iniziare il crollo delle compagnie assicurative.
In Italia le banche non falliscono perché garantite dallo Stato, ma l'economia è al tracollo. Le sole imprese che prosperano sono gli hard discount dato che la gente non ha di che pagare la spesa, mentre in America addirittura allestiscono bagni pubblici nei parcheggi per consentire di lavarsi al gran numero di persone costrette a dormire in macchina. E si tratta di persone della working class e perfino della middle class travolte dal crollo del mercato immobiliare, non di vagabondi! Cose come queste, borghesi divenuti senzatetto o che non hanno di che comprare il cibo, erano fino a pochi anni fa del tutto impensabili nel sistema liberale moderno. Eppure sono realtà e va peggiorando.
La situazione economica ha somiglianze con la crisi che precedette il wall street crash del 1929, si potrebbe pensare a un tracollo simile, che però come sappiamo non portò alla fine della civiltà. Portò invece a un'orgogliosa lotta per la ripresa sia in America (con il New Deal di F.D. Roosevelt) sia in Europa (coi regimi di Mussolini, Hitler, Franco). Le due diverse tradizioni e visioni del mondo, quella democratico-capitalistica anglosassone e quella totalitario-statalista dell'Europa continentale finirono per scontrarsi in una guerra sanguinosa che diede la vittoria al sistema anglosassone nella sua versione statunitense: l'impero americano conquistò così l'Europa.
Si potrebbe pensare che quando la crisi raggiungerà l'acme, ora avvenga qualcosa di simile con uno scontro finale tra l'impero americano, che si identifica ormai con la civiltà occidentale, e la cultura islamica. Non potrebbe allora il "nostro" mondo uscirne ancora trionfatore?