Sciamano

Il Tamburo dello Sciamano

Sciamano

La perdita del Potere personale

Le azioni che compiamo a danno degli altri o per sovvertire l'equilibrio dell'Universo impoveriscono il nostro Potere psichico personale. È per questa ragione - fa notare la sciamana Sarangerel - che le persone davvero malvagie finiscono per auto-distruggersi.
Coloro che si servono del loro Potere personale per fare del male, lo disperdono e alle fine ne rimangono privi. La violenza gratuita o praticata con piacere, oppure senza cercare di compensare lo squilibrio e di pacificare le anime colpite, la crudeltà verso gli animali o l'ucciderli senza ragione, e comunque ogni atto di violenza per il proprio esclusivo vantaggio, si risolvono in una dispersione del Potere personale che non verrà compensata dagli Spiriti.

Diagnosi
Hiimori o cavallo di vento in un dipinto mongolo. Le ali sono qui sostituite dai nastri svolazzanti. Anche i nastri appesi agli alberi o ai pali sacri rappresentano le ali piumate degli uccelli e questo sono anche le frange sulle giacche degli sciamani mongoli e degli Indiani nordamericani.

Anche la violazione di tabù e il disprezzo verso gli spiriti o gli antenati impoveriscono il Potere personale.
Ma pure soltanto conservare la nostra vita in una condizione di squilibrio, svuota nel tempo il nostro Potere

È importante però capire che questo Potere non è qualcosa che si possiede ma qualcosa che si dona. Uno dei miei spiriti maestri mi disse una vlta che è come erba che cresce sul petto di un uomo e di cui ogni animale all'intorno si nutre.
Oppure è il fumo dolce che si leva da un grande fuoco che arde dentro di noi e che alimentiamo con le ossa dei nostri animali aiutanti. Tutti gli animali intorno si riscaldano vicino al comignolo che emana quel caldo fumo e il fumo si disperde nell'aria a profumare l'intero universo (come il fumo delle erbe sacre...). Se noi usiamo quel fuoco solo per riscaldare la nostra casa e col fumo soffochiamo altre vite anziché profumare il mondo, allora gli spiriti non ci doneranno più le loro ossa da ardere e il fuoco si estinguerà.

Così se usiamo il nostro Potere con fini malvagi o egoistici o comunque per sovvertire l'equilibrio, il Potere non ci verrà ridato e lo esauriremo.

Gli sciamani tradizionali affermano, e con ragione, che anche la mancanza di igiene personale contribuisce a impoverire il Cavallo di Vento.
Ciò può suonare strano, ma la sporcizia è uno dei maggiori squilibri causati dall'uomo nell'universo, visto che siamo la sola creatura incapace di riciclare i propri rifiuti. La sporcizia poi ha anche un aspetto spirituale: i luoghi sozzi attirano le intrusioni nocive e altri più potenti spiriti maligni, come anime perdute o entità con un'energia molto lontana dalla nostra e quindi assai pericolosa.
Dunque la pulizia della propria persona e della propria casa è il primo modo di mantenere l'equilibrio nel nostro ambiente. Così non soltanto il degrado spirituale spinge le persone alla scatteria e a vivere nello sporco, ma è ancor più verso l'inverso: che questa trasandatezza a sua volta toglie potere personale, lucidità mentale e consapevolezza.

Conseguenze della perdita di Potere

La perdita del potere personale indebolisce la nostra anima esponendoci al pericolo di perdite d'anima in caso di traumi o di viaggi, consapevoli o no, nei Mondi degli Spiriti.
La forza dell'anima e del Soffio vitale, infatti, è proporzionale alla grandezza del Vento nel nostro petto.
Poiché la perdita d'anima ci rende vulnerabili a gravi intrusioni e possessioni, l'impoverimento del Potere psichico può farci incorrere in ogni sorta di malattia, dipendenza e disgrazia. La debolezza di parti molto fisiche dell'anima ci espone sia a malattie sia ad incidenti che causano lesioni permanenti o dal lento recupero. Sono questi appunto i traumi in cui incorrono le persone poco consapevoli o chi all'improvviso abdichi alla sua lucidità mentale.

Molti anni fa conobbi un ragazzo cattolico di vent'anni, da pochi mesi fidanzato con intenzioni matrimoniali (come tutta la famiglia pensava), il quale a un tratto si ribellò alla sua vita piena d'ordine e di bontà mollando la ragazza e abbandonando gli studi.
Conduceva infatti una vita squilibrata, perché, come ho cercato di dire, un eccesso di positività è uno squilibirio che provoca prima o poi pericolosi riassestamenti.
Lo squilibrio che lui non si permetteva di ribilanciare in nessun modo aveva svuotato il suo Potere personale facendogli perdere d'un tratto tutta la lucidità mentale: buttò alle ortiche tutta la sua vita, se ne fregò delle sue prospettive di carriera e, incapace in quel momento di pensare al da farsi o anche di valutare la situazione (la consapevolezza era volata via col Cavallo di Vento) se ne andò in vacanza con dei vecchi amici. Dopo pochi giorni si ruppe un ginocchio ballando in una discoteca sulla spiaggia!
L'anima gravemente indebolita aveva permesso un incidente incredibile.
Le conseguenze comunque sarebbero state più gravi se il riequilibrio fosse avvenuto, come in altri casi, molti anni dopo.

La perdita di potere personale provoca tendenze auto-distruttive, come si vede in piccola parte anche nell'esempio. Queste tendenze si manifestano spesso attraverso comportamenti irrazionali, ma anche come sfortuna.
Non voglio psicologizzare la faccenda dicendo che in questi casi desideriamo auto-punirci.
Direi piuttosto che la perdita di potere ci fa smarrire il nostro sentiero nella foresta. E uscendo dal sentiero per inoltrarci inconsapevoli nel caos della natura selvaggia non possiamo che incappare in incidenti, morsi di animali e morte.
Il caso estremo è infatti quando, forse disperati per aver perso la strada e spaventati all'idea di agonizzare nel folto della foresta, finiamo per suicidarci - sia volontariamente sia con un incidente o malattia mortale.

Il recupero del Potere

Il potere psichico è personale e nessuno sciamano può darcelo o restiruircelo.
Uno sciamano può solo curare le ferite della nostra anima (con una purificazione ed eventualmente un recupero d'anima), e può riportarci un animale di potere o un altro spirito guardiano che ci aiuti ad accrescere la nostra consapevolezza.
L'impegno a ripristinare l'equilibrio compromesso e la preghiera saranno di grande aiuto, così come tutte le pratiche descritte nella pagina precedente.

Eagle Feather

Ci sono però alcuni casi in cui una persona perde il proprio Cavallo di Vento in modo improvviso.
Uno Spirito mi spiegò che il Potere psichico è un animale che vive bene solo nel muschio tra l'acqua stagnante. Ciò significa che abbiamo bisogno di una stabile riserva emotiva, dei riferimenti affettivi stabili per poterlo conservare con certezza. Altrimenti il Potere diventa come un topo inquieto che fugge dalla nostra bocca e si allontana in cerca di muschio e paludi.
È quel che accade quando una persona affettivamente instabile perde la testa per un amore balordo e si getta in comportamenti irrazionali e autolesionistici. Oppure quando la perdita di un partner che costituisce l'unico riferimento affettivo ci priva del Potere e della consapevolezza. In questi casi il topo sguscia fuori dalla bocca privandoci d'un tratto del potere e lasciandoci in balia del caos, perchè la lucidità è smarrita. Allora uno sciamano può intervenire per recuperare il Potere e riportarcelo petto.
Questo deve però avvenire subito, altrimenti qualcun altro può trovare il nostro Potere e farlo suo.