Curiosità

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Tuna, Pinchuruwia, Mayu

Rispondi
  • Autore
    Messaggio
Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1449
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Curiosità

Messaggio Inviato da: Mayu » lun 12 dic 2011, 8:01

Apro questo tema per discutere di argomenti non strettamente inerenti lo sciamanesimo, ma di possibile interesse geneale.

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1449
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Messaggio Inviato da: Mayu » lun 12 dic 2011, 8:03

Vi segnalo questo sito:

http://omnesviae.org

È un sito simile a google maps, che permette di vedere le strade dell'antico impero romano in tutta Europa (e non solo), con le località di allora. La rete stradale è stata ricostruita basandosi sulla Tavola Peutingeriana, "una copia del XII-XIII secolo di un'antica carta romana che mostrava le vie militari dell'Impero" (fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Tabula_Peutingeriana).

Per venire ai cerchi, dovrei partire da Pretoriv̄ Agrippine (il posto più vicino a dove abito in Olanda) ed arrivare a Clavenna (il posto più vicino a Lugano), impiegandoci "Fere XXXVIII dies", percorrendo una distanza di "Summa DLXIV Milia Passuum / Leuga Gallica". Sono anche indicati i valichi ed i fiumi da superare.

Interessantissimo.

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1449
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Messaggio Inviato da: Mayu » dom 1 gen 2012, 12:03

Buon anno nuovo!

Segnalo questo bellissimo sito: www.fotopedia.com . Ci sono foto mozzafiato di varie parti del mondo.

Australia:
http://www.fotopedia.com/wiki/Australia

Papua Nuova Guinea:
http://www.fotopedia.com/wiki/Papua_New_Guinea
Don't mistake my kindness for weakness. I am kind to everyone, but if you are unkind to me, weak is not what you are going to remember about me - Al Capone

Avatar utente
laran
Tséntsakero
Messaggi: 251
Iscritto il: lun 22 ott 2007, 11:08
Località: Trieste

Messaggio Inviato da: laran » mer 4 gen 2012, 12:59

impressionante i colori che hanno i nativi della papua nuova guinea..
Nántar

Salali
Messaggi: 305
Iscritto il: mer 10 nov 2010, 9:43

Messaggio Inviato da: Salali » mer 4 gen 2012, 17:57

Mayu ha scritto:Buon anno nuovo!

Segnalo questo bellissimo sito: www.fotopedia.com . Ci sono foto mozzafiato di varie parti del mondo.

Australia:
http://www.fotopedia.com/wiki/Australia

Papua Nuova Guinea:
http://www.fotopedia.com/wiki/Papua_New_Guinea
Grazie Mayu ...sono semplicemente Meravigliose!

Avatar utente
Kaya
Messaggi: 781
Iscritto il: mer 27 dic 2006, 9:11
Località: Torino

Messaggio Inviato da: Kaya » ven 6 gen 2012, 10:22

Raccolta di link sulle popolazioni indigene dell'America Latina, organizzata per regioni e gruppi etnici.

http://lanic.utexas.edu/la/region/indig ... exesp.html

Animo y fuerza
Kaya

Avatar utente
Chaìr
Messaggi: 329
Iscritto il: mar 28 dic 2010, 0:54
Località: Ravenna

Messaggio Inviato da: Chaìr » gio 12 gen 2012, 2:26

Queste sono meno OT però sempre a latere:

http://www.tsunki.com/
http://www.nunkui-shuar.org/


Queste cose sono in lingua Shuar ?
http://books.google.it/books?id=XEwNK3u ... &q&f=false

Avatar utente
Yuma
Tséntsakero
Messaggi: 736
Iscritto il: mer 31 gen 2007, 20:37

Messaggio Inviato da: Yuma » mer 18 gen 2012, 22:31

Ciao Rexxx.
Il libro (l'ultimo link) che hai indicato è di Siro Pelizzaro, un missionario salesiano.
In realtà i salesiani, cui era stata demandata sostanzialmente negli anni '50 la gestione delle scuole statali nell'Oriente,cioè nella ona amazzonica ecuadoriana, sono passati dal gestire gli internati per la loro "civilizzazione" ad avere un ruolo attivo dagli anni '60/70 nel cercare di salvare la loro cultura con particolare riguardo anche alla loro spiritualità e loro miti.
Un altro padre salesiano molto attivo è J. Botasso che ha fondato la casa editrice Abya Yala che stampa libri di argomento sociologico e culturale sudamericano tra cui questo libro che hai segnalato ed in particolare negli anni '80 ha stampato la collana "Mondo Shuar".
Sono piuttosto attendibili in quanto spesso hanno stampato libri scritti direttamente da alcuni maestri (scolastici) shuar; hanno avuto anche un ruolo fondamentale per cercare di avvicinarsi al pensiero shuar (tradizionalmente diverso da quello occidentale) con la stesura dell'alfabeto shuar solo successivamente implementato per una traduzione accettabile in castigliano.

Animo y fuerza.

Yuma.

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1449
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Messaggio Inviato da: Mayu » gio 19 gen 2012, 5:50

Yuma ha scritto:con la stesura dell'alfabeto shuar solo successivamente implementato per una traduzione accettabile in castigliano.
Non avevo mai sentito in italiano il verbo "implementare" al di fuori di un contesto tecnologico. Ho sempre pensato che fosse la becera italianizzazione di un verbo inglese ("to implement", 'mettere a punto, realizzare, sviluppare') usata da noi informatici (come ad es. "istanza", da "instance" - letteralmente 'esempio' - che però in vero italiano ha tutt'altro significato), ma ho appena scoperto che deriva dal latino implìre 'riempire; condurre a termine'. Buono a sapersi.
Don't mistake my kindness for weakness. I am kind to everyone, but if you are unkind to me, weak is not what you are going to remember about me - Al Capone

Shushui
Tséntsakero
Messaggi: 830
Iscritto il: lun 12 ott 2009, 10:19

Messaggio Inviato da: Shushui » gio 19 gen 2012, 10:51

Yuma ha scritto:Ciao Rexxx.
(...)
In realtà i salesiani, cui era stata demandata sostanzialmente negli anni '50 la gestione delle scuole statali nell'Oriente,cioè nella ona amazzonica ecuadoriana, sono passati dal gestire gli internati per la loro "civilizzazione" ad avere un ruolo attivo dagli anni '60/70 nel cercare di salvare la loro cultura con particolare riguardo anche alla loro spiritualità e loro miti.
(...)
L'idea che i missionari si siano preoccupati di salvare la spiritualità shuar non mi convince, al di là delle probabili buone intenzioni dei singoli. A me sembra di rivedere una continuazione dell'attività di conversione delle anime che i missionari europei hanno iniziato nel nuovo mondo al tempo della conquista spagnola. Inizialmente i missionari hanno creato un canale di comunicazione tra diverse civiltà, quella occidentale e quelle indie, facendo in modo che queste risultassero più docili e rendendo più facile la conquista.
In seguito si sono preoccupati di salvare gl indios dalla distruzione, ma perché se fossero stati sterminati non avrebbero avuto più anime da convertire e fedeli a sostenerli. Inoltre la chiesa era molto preoccupata di estendere e mantenere la propria influenza politica anche su quei territori. Vedi il trattato di Tordesillas.
Se i missionari avessero voluto veramente salvaguardare la spiritualità dei popoli amazzonici avrebbero probabilmente promosso lo sciamanesimo.
"Nosotros hemos enseñado muchas cosas a los hombres"
Los Árboles

Ánimo y fuerza
Shushuì

Avatar utente
Chaìr
Messaggi: 329
Iscritto il: mar 28 dic 2010, 0:54
Località: Ravenna

Messaggio Inviato da: Chaìr » dom 29 gen 2012, 19:28

A proposito dell'idea che antico è peggio, non sapevo di questo ritrovamento. Il video è in inglese ed è sicuramente molto ingigantito dalla solita narrazione sensazionalistica, però è interessante lostesso:

http://youtu.be/TZ0ViMVxKZA

Avatar utente
Tuna
Moderatore
Messaggi: 684
Iscritto il: lun 29 ago 2011, 19:37
Località: Peio (Trento)

Messaggio Inviato da: Tuna » lun 30 gen 2012, 14:03

Interessanti questi link, grazie a tutti!!!

Akileos
Messaggi: 249
Iscritto il: ven 23 lug 2010, 6:22

Messaggio Inviato da: Akileos » gio 2 feb 2012, 8:53

zampa ha scritto:
Yuma ha scritto:Ciao Rexxx.
(...)
In realtà i salesiani, cui era stata demandata sostanzialmente negli anni '50 la gestione delle scuole statali nell'Oriente,cioè nella ona amazzonica ecuadoriana, sono passati dal gestire gli internati per la loro "civilizzazione" ad avere un ruolo attivo dagli anni '60/70 nel cercare di salvare la loro cultura con particolare riguardo anche alla loro spiritualità e loro miti.
(...)
L'idea che i missionari si siano preoccupati di salvare la spiritualità shuar non mi convince, al di là delle probabili buone intenzioni dei singoli. A me sembra di rivedere una continuazione dell'attività di conversione delle anime che i missionari europei hanno iniziato nel nuovo mondo al tempo della conquista spagnola. Inizialmente i missionari hanno creato un canale di comunicazione tra diverse civiltà, quella occidentale e quelle indie, facendo in modo che queste risultassero più docili e rendendo più facile la conquista.
In seguito si sono preoccupati di salvare gl indios dalla distruzione, ma perché se fossero stati sterminati non avrebbero avuto più anime da convertire e fedeli a sostenerli. Inoltre la chiesa era molto preoccupata di estendere e mantenere la propria influenza politica anche su quei territori. Vedi il trattato di Tordesillas.
Se i missionari avessero voluto veramente salvaguardare la spiritualità dei popoli amazzonici avrebbero probabilmente promosso lo sciamanesimo.

se pensi alla tradizione mapuche vedi una mescolanza con elementi cristiani

Avatar utente
gattanera
Messaggi: 474
Iscritto il: sab 14 nov 2009, 8:03
Località: Napoli

Messaggio Inviato da: gattanera » gio 2 feb 2012, 11:04

zampa ha scritto:
Yuma ha scritto:Ciao Rexxx.
(...)
In realtà i salesiani, cui era stata demandata sostanzialmente negli anni '50 la gestione delle scuole statali nell'Oriente,cioè nella ona amazzonica ecuadoriana, sono passati dal gestire gli internati per la loro "civilizzazione" ad avere un ruolo attivo dagli anni '60/70 nel cercare di salvare la loro cultura con particolare riguardo anche alla loro spiritualità e loro miti.
(...)
L'idea che i missionari si siano preoccupati di salvare la spiritualità shuar non mi convince, al di là delle probabili buone intenzioni dei singoli. A me sembra di rivedere una continuazione dell'attività di conversione delle anime che i missionari europei hanno iniziato nel nuovo mondo al tempo della conquista spagnola. Inizialmente i missionari hanno creato un canale di comunicazione tra diverse civiltà, quella occidentale e quelle indie, facendo in modo che queste risultassero più docili e rendendo più facile la conquista.
In seguito si sono preoccupati di salvare gl indios dalla distruzione, ma perché se fossero stati sterminati non avrebbero avuto più anime da convertire e fedeli a sostenerli. Inoltre la chiesa era molto preoccupata di estendere e mantenere la propria influenza politica anche su quei territori. Vedi il trattato di Tordesillas.
Se i missionari avessero voluto veramente salvaguardare la spiritualità dei popoli amazzonici avrebbero probabilmente promosso lo sciamanesimo.
pienamente concorde con Zampa.
pur apprezzando,caro Yuma il lavoro di PeLLizzaro(nell'interesse di noi occidentali), senza l'arrivo dei "missionari" e degli occidentali in generale, non ci sarebbe stato bisogno di "salvare" nessuna cultura e soprattutto spiritualità e miti che , per tradizione, si sarebbero continuati a trasmettere oralmente....certo noi occidentali avremmo continuato ad esserne all'oscuro,eccetto per coloro i quali avrebbero preso armi e bagagli e si fossero trasferiti,se accettati, tra di loro...di sicuro la tradizione non ce la possono insegnare gli scritti di Pellizzaro...
Il potere spaventa (Tsunki)

nanna
Messaggi: 249
Iscritto il: ven 27 apr 2007, 0:47
Località: milano

Messaggio Inviato da: nanna » mer 8 feb 2012, 10:08

Si, va bene che la diffusione del cristianesimo ha fatto diversi danni, ma io credo che sarebbe successo comunque, anche senza questa scusa, le potenze di allora con interesse alle ricchezze di quei luoghi avrebbero comunque cancellato popoli; qualche missionario invece, in quanto uomo di cultura, qualche cosa ha salvato, e anche qualcuno ha salvato; senza giustificare niente, ovviamente, ma stiamo parlando di un momento storico diverso. Del resto di tempo ne è passato e delle questioni religiose non importa più niente a nessuno ma la colonializzazione continua in altre forme, i popoli si estinguono nonostante ancora qualche uomo di cultura si opponga, o li studi e li documenti. E questo per noi. Per loro il massimo che si riesce a fare sono le riserve...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite