Insuccesso sciamanico

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Pinchuruwia, Mayu, Tuna

  • Autore
    Messaggio
Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1566
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: Insuccesso sciamanico

Messaggio Inviato da: Mayu » mar 26 gen 2021, 14:06

Questo thread è stato spezzato e spostato qui: viewtopic.php?f=1&t=2699
"Le Parole dello Sciamano" - La realtà vera è altrove, è completamente diversa da quello che ci appare.

Avatar utente
Maldito
Messaggi: 792
Iscritto il: mar 2 gen 2007, 18:58
Località: Uzzano Toscana
Contatta:

Re: Forum 2.0: la resurrezione

Messaggio Inviato da: Maldito » mer 27 gen 2021, 21:01

Spostato da qui: viewtopic.php?f=1&t=2699
Nico ha scritto:
mer 27 gen 2021, 18:35
Quindi mi chiedo, è il nostro potere che è così? Il nostro sciamanesimo porta proprio a questo?
Secondo il mio modesto parere, il nostro potere è alquanto basso e insufficiente per incidere degnamente in questa realtà. Credo che siamo in possesso di un potere frammentato, ossia un potere poco condiviso e concertato, tanto da risultare troppo egoistico e fine a se stesso.
Ci manca quella che Tsunki chiama la 'Comunità sciamanica' che non si è mai realizzata e che è l'insuccesso più grande del nostro sciamano Uwishin.
Tsunki non mi può smentire se dico che a pochi sta a cuore la circolazione, la condivisione e la materializzazione del potere in questa realtà. Sia a livello di guarigoni che di proselitismo e assistenza alle cosiddette "nuove leve" o, come alcuni chiamano, i "nuovi" . Non abbiamo, anzi, non avete un vivaio di aspiranti sciamani o curanderos (guaritori) e questo porterà inevitabilmente alla scomparsa di questo movimento sciamanico una volta che Tsunki raggiungerà i suoi antenati.
Spesso ci comportiamo da sciamannati, da goliardi o più che altro da esclusivisti dello sciamanesimo e questo non è buona medicina. La gente se ne accorge e fugge via o ci tiene alla larga.
Faccio degli esempi. Spesso gli appelli di nuove persone non vengono adeguatamente curati e durante i cerchi non c'è coinvolgimento con quelle persone che per la prima volta fanno dei grandi sacrifici per essere presenti. C'è troppo distacco e presunzione.
Il fatto di portare il tamburo allo sciamano non è sinonimo di presiedere a un ruolo elitario o di superiorità. Anzi, tutto il contrario. Ecco la mia polimica da heyoka .
Fare sciamanesimo serio e potente all'interno di una civiltà morente e sorda, non è affatto facile. Lo capisco. Se ricordate bene, Tsunki dice sempre: "Sciamanesimno prima di tutto. Ovviamente curando il sostentamento".
Ma chi lo fa? Chi lo segue questo insegnamento? Chi lo ascolta? Chi lo fa suo?
La domanda è retorica e non è certo un Forum che può sanare questa fallanza d'intenti che è poi la rovina di questa sorta di sciamanesimo alla evviva il parroco.
Io dovrei stare zitto, ma abbiamo vissuto un momento d'oro (qualcuno se lo ricorda) quando facevamo sciamanesimo pregnante in Italia, per la precisione a Ramiano (PR). Vivevamo tutti insieme in una casa e non in un letto di una camera d'albergo. Ovviamente non facevamo gli Shuar...non eravamo a quella altezza!
Sono finiti quei tempi e dopo la tragedia in Amazzonia il Tamburo dello Sciamano ha vissuto momenti di poca gloria e di molto grigiore. Almeno, però, sono nati molti curanderos qualificati che prima non c'erano. Complimenti !
Ovviamente questa è la mia opinione.
Il forum potrebbe servire almeno come trait d'union tra i partecipanti dei cerchi e gli aspiranti che si segnano qui cercando qualcosa o qualcuno in maniera spesso casuale ma, forse, voluta da spiriti.
@Nico
Se il nostro sciamanesimo porta a questo (come tu scrivi) allora ci porta poco lontano stanne pur certo e tutto avrà una fine ingloriosa.
Non è una visone apocalittica ma forse un punto di vista cinico, da parte di una persona che è latitante da mo' ma che ancora tiene molto alle sorti di questo movimento di disperati come voi e come me.
AyF
“Un Kolibrì dorato arrivò volando a casa nostra e portò una nuova alba sul nostro altare. La luce si avvicina riflettendo la gioia che soffia il vento svegliandosi un nuovo giorno e la freschezza della montagna porta l'essenza di un Kolibrì innamorato”.

Avatar utente
Tsunki
Administrator
Messaggi: 4376
Iscritto il: gio 7 dic 2006, 20:26
Località: Amazzonia, Australia, Svizzera
Contatta:

Re: Forum 2.0: la resurrezione

Messaggio Inviato da: Tsunki » ven 29 gen 2021, 13:08

Maldito ha scritto:
mer 27 gen 2021, 21:01
Non abbiamo, anzi, non avete un vivaio di aspiranti sciamani o curanderos (guaritori) e questo porterà inevitabilmente alla scomparsa di questo movimento sciamanico una volta che Tsunki raggiungerà i suoi antenati.
Non vero.
Apprendisti sciamani ci sono eccome anche se non se ne fa... pubblicità. E io sarò pronto a passare il testimone.
Concordo su poco di quel che dici, Maldito. Anzitutto stai valutando una comunità che non frequenti da oltre un decennio e di cui, giocoforza, sai poco. E mi pare che tu viva nella nostalgia di un'epoca per te felice e ormai finita - il che, ossia guardare al passato, è sempre una cattiva medicina.
Non è vero che un tempo felice si dormiva tutti insieme in una soffitta mentre oggi ci accomodiamo negli alberghi: i Cerchi in albergo si fanno (o meglio, facevano) una sola volta all'anno, a gennaio, per varie ragioni e neppure tutti gli anni. A parte ovviamente quest'anno di lockdown, non l'abbiamo fatto neppure nel 2020. In tutti gli altri cerchi o incontri si dorme in camerate da dieci persone.
Non è neppure vero che i tempi di Ramiano fossero felici e gloriosi, mentre dopo siamo sprofondati nel grigiore. Non so cosa tu intenda con grigiore, ma cosa ne sai? Non ci sei mai stato!
In realtà lo sciamanismo che facciamo è molto più serio e profondo - e anche potente - oggi che ai tempi che furono: tranne il lavoro con gli tsentsak, allora molte cose erano ancora fatte all'acqua di rose e con piu concessioni alla New Age, al tempo dilagante. Anche sugli tsentsak però il lavoro è oggi molto più avanzato. Sospetto che i tempi di Ramiano ti paiano migliori o, anzi, idilliaci probabilmente perché eri più contento e più ricco di speranze tu, come succede ai vecchi che rimpiangono i tempi della loro gioventù.
ánimo y fuerza

Tsunki

Avatar utente
Maldito
Messaggi: 792
Iscritto il: mar 2 gen 2007, 18:58
Località: Uzzano Toscana
Contatta:

Re: Forum 2.0: la resurrezione

Messaggio Inviato da: Maldito » ven 29 gen 2021, 18:14

Tsunki ha scritto:
ven 29 gen 2021, 13:08
Non vero.
Ohhh, finalmente sei uscito allo scoperto maldito Tsunki ! 8) :twisted:
Lo sai che io sono provocatorio e, anche se sono latitante da mo', certe affermazioni me le posso ancora permettere a costo di sembrare inopportuno e fuori luogo. Sono fatto così.
Concordo con tutto quello che hai scritto, rivolgendoti a me di persona personalmente. Non mi nascondo dietro a dito.
Quello che mi fa più piacere è che c'è un futuro nello sciamanesimo di Tsunki e ciò mi rallegra moltissimo.
Dai, non fare il permaloso: lo sai che il mio intento non è offendere ma solleticare.
Lasciami fare il vecchio nostalgico...che ti costa!? :D
Tsunki ha scritto:
ven 29 gen 2021, 13:08
Non so cosa tu intenda con grigiore
L'ho scritto tanto per scrivere: tanto per avere una reazione da parte tua o dei cerchioti. :)

Un abbraccio circolare e perdonate le uscite di un vecchio rincoglionito. :D
A leggervi presto
Marco El Maldito
“Un Kolibrì dorato arrivò volando a casa nostra e portò una nuova alba sul nostro altare. La luce si avvicina riflettendo la gioia che soffia il vento svegliandosi un nuovo giorno e la freschezza della montagna porta l'essenza di un Kolibrì innamorato”.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti