Sciamanesimo e musica

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Pinchuruwia, Mayu, Tuna

  • Autore
    Messaggio
Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » gio 9 mag 2013, 16:09

non potevi usare termine più azzeccato, da genere di nicchia è entrato a far parte del mondo dell'industria musicale, probabilmente anche lui abusò di temi "trasgressivi" semplicemente per accattivare gli adolescenti :roll: in tal caso l'avvelenamento dal morso di un ragno è la fine più appropriata :lol:

Avatar utente
Chaìr
Messaggi: 329
Iscritto il: mar 28 dic 2010, 0:54
Località: Ravenna

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Chaìr » dom 23 giu 2013, 18:33

La musica più profonda è quella ostinata che troviamo nell'antichità anche in Europa, forme musicali come la Passacaglia, il cui nome deriva letteralmente da "Passare il calle", un brano ostinato tipicamente in 4 misure ripetitive, la Ciaccona che è un ostinato che ripete incessantemente lo stesso giro armonico, il ruggiero che è un ostinato di basso e ce ne sono tantissime di forme ostinate e ripetitive. Da queste forme antiche di danza derivano le forme più "moderne" in auge nel 16° sec.

Esistono in particolare in Europa, di cui si perde l'origine in antichità, delle arie storiche che sono state rimusicate nei secoli più e più volte come ad esempio:

- La follia di spagna, una sarabanda che si ripete sempre uguale con variazioni, penso sia la più famosa di tutte anche perché la versione di Haendel è stata usata come sigla per il film Barry Lindon di Kubrik.
http://youtu.be/VHRdFILo_Yw questa è la versione di Arcangelo Corelli, ma l'hanno rimusicata anche Antonio Vivaldi, Antonio Salieri, Karl Philip Emanuel Bach, George Friedrich Haendel e molti altri. Ne linko alcuni:
* K.P.E.Bach http://youtu.be/SMkVCM9GfO8
* Antonio Vivaldi http://youtu.be/7v8zxoEoA_Q

- L'aria di Mantova, o Ballo di Mantova, o Fuggi fuggi fuggi, è stata utilizzata da Angelo Branduardi che l'ha riproposta nella versione cantata originale ma l'ha anche utilizzata per comporre "Alla fiera dell'est". Questa è una versione molto bella http://youtu.be/xIfmQqGlIbI in quanto eseguita su un bellissimo organo antico di un organaro mantovano, Graziadio Antegnati, gli organi italiani sono famosi per il bellissimo suono. Queste invece sono 6 partite sopra il ballo di Mantova composte per il clavicembalo da Gaetano Greco http://youtu.be/cdGlnNoTeSY
Ma ne esistono altre versioni.

- L'aria di Monica, anche questa è una melodia popolare, si pensa che venga dallo storpiare della parola Monacha e che fosse un motivetto che cantavano le giovani ragazze che diceva più o meno "Madre mia non mi far monaca". Di questa io conosco solamente la versione di Girolamo Frescobaldi per organo http://youtu.be/OOXl4tIAa-U e la versione per clavicembalo di Bernardo Storace di cui però non è presente nessuna esecuzione su youtube.

- La romanesca, è una specie di ciaccona, di cui probabilmente è l'origine, si tratta di un giro armonico ostinato, in questo caso complesso a differenza della ciaccona, ma che si ripete sempre identico in tutte le danze che si definiscono appunto "romanesca". Questo è un attuale ispirato alla romanesca http://youtu.be/ZCJNQNSne6g
Anche il celeberrimo brano Greensleeves contiene il giro armonico ostinato della Romanesca nel ritornello http://youtu.be/faEzfFpA-aI

Chiudo linkando un pezzo incredibile ed ipnotico, di Johann Sebastian Bach, Passacaglia e Fuga BWV582: è una passacaglia in 8 misure, per organo. Il basso esegue sempre le stesse 8 misure per tutta la durata, oltre ad essere bellissimo ad un certo punto introduce la fuga basata sempre sulla stessa melodia, incastrata con un incredibile tema fugato (la fuga è un pezzo composto da due temi melodici incastrati assieme). Non è un caso che sia considerato il musicista più grande mai esistito. Questo è anche eseguito da quello che secondo me è il migliore interprete di Bach: http://youtu.be/cHRZ7QCBPro

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » mer 7 ago 2013, 23:06

Chaìr ha scritto:La musica più profonda è quella ostinata che troviamo nell'antichità anche in Europa, forme musicali come la Passacaglia, il cui nome deriva letteralmente da "Passare il calle", un brano ostinato tipicamente in 4 misure ripetitive, la Ciaccona che è un ostinato che ripete incessantemente lo stesso giro armonico, il ruggiero che è un ostinato di basso e ce ne sono tantissime di forme ostinate e ripetitive. Da queste forme antiche di danza derivano le forme più "moderne" in auge nel 16° sec. (...)
Non avevo mai pensato che la musica Barocca avesse preso a modello un'antica forma di danza popolare europea, anzi credevo erroneamente che il Barocco fosse sopratutto un momento di sperimentazione artistica in forte contrasto con il passato :) Ho sempre visto il contrappunto solamente come il raggiungimento di un punto molto elevato della composizione, per la particolare complessità armonica dovuta alle melodie che creano questo particolare effetto, come se si inseguissero (appunto, fuga) perdendo di vista la cosa più importante, la frenesia della musica, che da altro non può discendere se non dalla danza ancestrale..
Una cosa, che potrà sembrare una domanda un po' antipatica, perché "la più profonda"?

http://www.youtube.com/watch?v=oNEt06hiThg

Una canzone che sembra in tema con il Tamburo Sciamanico, Message From a Drum, da un gruppo di Nativi Americani degli anni '70 (scoperti anni fa nello stesso periodo in cui scoprì anche quest'associazione :) ) che hanno formato un particolare ibrido di musica occidentale con influenze della loro tradizione.. O almeno così sembrerebbe :) ad ogni modo, che la loro musica abbia ascendenze native o meno, dimostrano di competere molto bene nel campo della musica occidentale http://www.youtube.com/watch?v=yvWOQSqM94c :)
Ultima modifica di Tsunki il gio 8 ago 2013, 6:46, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Evitate per favore di fare citazioni lunghissime per di più di un post appena precedente. Ho abbreviato il quote, leggete le "regole di convivenza sul forum". Gracias

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » lun 9 set 2013, 22:21

Mayu ha scritto: Puo' un genere musicale essere ispirato piu' da un mondo che da un altro?

Mentre suonavamo i tamburi, nel ritmo incessante che stava prendendo tutto e tutti, mi sono ricordato dei tempi in cui suonavo il basso elettrico in una banda heavy metal, e la "possessione" di noi (allora) giovani aspiranti musicisti mentre saltavamo sul palco.
https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/ ... 8364_n.jpg

Che mia sorella abbia accidentalmente evocato un demone dagli inferi? :D (in alto a destra)

Avatar utente
Chaìr
Messaggi: 329
Iscritto il: mar 28 dic 2010, 0:54
Località: Ravenna

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Chaìr » gio 19 set 2013, 21:15

Howlinwolf ha scritto: Una cosa, che potrà sembrare una domanda un po' antipatica, perché "la più profonda"?
Ciò che è ripetitivo, di fatto, è un diverso modo di rendere un ritmo. Un tamburo che batte è un ritmo semplice, come un cuore, come il cuore della Terra (parafrasando le parole con cui ho consacrato il mio tamburo).
Una melodia ripetitiva è come un ritmo complesso ma pur sempre un ritmo dal momento che si ripete e ripete e ripete.
Chiaro che se è concisa, come ad esempio 4 misure, 8 nella licenza artistica che si è preso Bach, si riesce a scorgere la ripetitività ed entrare nel suo giro, se è troppo lunga e complessa diventa cervellotica e quindi anche se è ripetitiva non si riesce ad agganciare la ripetitività ritmica se non con uno sforzo mentale eccessivo che preclude di prestare attenzione ad altro.

I ritmi alterano gli stati di coscienza e ci mettono in contatto con ciò che, in stato di veglia e concentrazione mentale, tipicamente ignoriamo o sopiamo.

La passacaglia e fuga di Bach a me ipnotizza ne più ne meno come il tamburo, anzi, lo fa in una maniera molto più dolce che mi consente uno stato di rilassamento molto più profondo, questo forse perché la mia mente viene rapita dallo scorgere il tema di passacaglia dentro il complesso contrappunto e lascia libero il resto di emergere. Viene infine ulteriormente distratta, dopo svariati minuti di giro, dal tema fugato che si inserisce circa a metà dell'ascolto e che è come una specie di campanello inserito nel giro ad un punto ben preciso, vista la genialità dell'artista non mi stupirebbe se questa scelta artistica fosse consapevole ...
... conclude infine sospendendo la passacaglia e sottolineando, definitivamente e conclusivamente, il tema fugato nelle ultime 3 misure, un po come quando Tsunki fa tre gruppi di 7 colpi di tamburo a fine visione.

Sarà un caso?

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » gio 19 set 2013, 23:25

Ti capisco, quando si viene rapiti dalla musica quello che prima sembrava ripetitivo diventa ricchissimo di sfumature, si ha la sensazione di sentire sempre qualcosa in più, ma sopratutto di non sentire solamente con le orecchie.
Del suono dei tamburi dopo un po' incomincio a sentire molto più col petto che con la testa, i battiti arrivano dritti al cuore e il cuore a sua volta si unisce a loro.

Una cosa che sembra accomunare la musica antica è quello che in musica classica chiamano Bordone, una sola nota o accordo che accompagna tutta l'esecuzione.

Ad esempio nella musica classica indiana è dato dalle corde simpatetiche del Sitar e dal Tanpura, che viene suonato appositamente per questo tipo di accompagnamento. Anche lo stesso Om sembra imitare il bordone di questi strumenti, o viceversa.
I canti mongoli e tuvani sono famosi per le loro diplofonie, che ottengono intonando una nota continua, solitamente gutturale, la quale viene fatta risuonare in un certo modo nella bocca generando tanti armonici da intonare contemporaneamente altre note!
Poi mi vengono in mente le Cornamusa e le Launeddas sarde per quanto riguarda l'europa, ma sicuramente c'è molto di più.

Avatar utente
Chaìr
Messaggi: 329
Iscritto il: mar 28 dic 2010, 0:54
Località: Ravenna

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Chaìr » ven 20 set 2013, 23:50

Concordo, però la mia osservazione sulla Passacaglia e Fuga BWV582 di Bach era tecnica e quindi più specifica, intendevo veramente dire che l'introduzione del tema fugato rompe la ripetitività esattamente a metà del tempo.

Un esempio di quello che dici tu, il Bordone (che poi è anche il nome di un registro dell'organo) è la Pastorale di Bernardo Storace http://youtu.be/4cPy1rk-KW8
Anche questo ipnotizza parecchio, anche se ho un CD con l'esecuzione di un certo Bonizzoni su un organo siciliano che, con la sua voce chiarissima, è più efficace di questa.

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » lun 4 nov 2013, 21:19

A proposito di Bordone e di Pastorale https://www.youtube.com/watch?v=ULTi66u4vPk
Ultima modifica di Howlinwolf il ven 13 feb 2015, 19:33, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1489
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Mayu » mer 11 dic 2013, 8:51

Un alcuni anent cantanti da Miguel Chiriap Uwishin durante una cerimonia di Natem. Nei primi due suona uno strumento cerimoniale chiamato 'Tumank' (è un arco ad una corda, come suono ricorda lo schiacciapensieri siciliano).

https://soundcloud.com/jempe/miguel-chi ... c-ha-natem
https://soundcloud.com/jempe/sets/anent
https://soundcloud.com/jempe/05-arutam-anentruamu-corta
(Cliccare sul bottone arancione a sinistra del titolo. L'autore non è Mira Jempe, che è l'allievo che ha messo le registrazioni nel sito).

Qui c'è suo fratello, Hilario Chiriap (http://www.tsentsak.org/uwishin.html), sempre durante una cerimonia di Natem, che canta mentre suona un violino a due corde chiamato 'Kaer'.

http://vimeo.com/21518044

Ho conosciuto Hilario in Olanda circa un mese fa. La cerimonia era bella, anche se palesemente contaminata da tradizioni nordamericane (p.es. si faceva in un Tepee) per adattarla ai gusti occidentali (l'uwishin parlava tanto di amore, ci si abbracciava tutti alla fine della lunga notte per mezz'ora ed i ringraziamenti andavano avanti per 4-5 ore...) .
Tuttavia gli anent che cantava erano potenti (e lui dal vivo ha una voce molto profonda) e sarebbe bello impararli e cantarli durante le nostre cerimonie.

http://vimeo.com/58312031
Don't mistake my kindness for weakness. I am kind to everyone, but if you are unkind to me, weak is not what you are going to remember about me - Al Capone

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » dom 9 mar 2014, 15:52

http://www.youtube.com/watch?v=z8bHhu8rs_c&hd=1

Sento una strana malinconia, come se mi riportasse indietro emozioni passate e slegate da qualsiasi immagine che possa darmene ricordo, e per questo ancora più malinconiche.

Avatar utente
Chaìr
Messaggi: 329
Iscritto il: mar 28 dic 2010, 0:54
Località: Ravenna

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Chaìr » lun 10 mar 2014, 22:04

Premesso che non mi piace il periodo ... lui era il classico artista istrionico, per farsi notare faceva cavolate tipo ferirsi suonando durante il concerto per l'enfasi, comprare il violino che suonava più forte di tutti (il cosiddetto "cannone" attribuito a Gioseffo Guarnieri detto "del Gesù" dando vita peraltro ad uno dei più tristi capitoli di speculazione della storia della musica che va ancora avanti alla data odierna).
In pratica era un artista circense, un trascinatore di folle ignoranti che erano costrette a riconoscere in lui un virtuoso quando alla fine era poco più di uno spaccone istruito che amava spaccare tutto in pubblico, anche se lo faceva in maniera ammanierata suonando il violino... poi magari potete pensare che sia io arrogante a giudicare una colonna portante della musica classica, ma semplicemente è come la vedo io.

Di quel periodo esiste di meglio :)

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » gio 13 mar 2014, 16:04

E' vero, incideva anche le corde in modo tale che si rompessero tutte tranne una verso la fine del concerto, per far vedere che era in grado di suonare anche con una corda sola. Per me questa è parte del suo genio, ammiro il modo in cui ha ottenuto successo. Ma comunque oltre la tecnica mostruosa sento qualcosa in più e credo che lui non fosse solamente un intrattenitore.

Avatar utente
Howlinwolf
Messaggi: 258
Iscritto il: lun 6 ago 2012, 14:45
Località: Sassari

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Howlinwolf » dom 7 set 2014, 10:30

Cantante di origine Sami, Rock sciamanico! :mrgreen:

https://www.youtube.com/watch?v=kprl0CECykA

Tsula
Messaggi: 203
Iscritto il: mar 24 gen 2012, 17:54

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Tsula » gio 25 dic 2014, 12:39

Questo è lo strumento che aveva Paola all'ultimo cerchio:

https://www.youtube.com/watch?v=MLFNUDsMbAM

Feliz Navidad

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1489
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: Sciamanesimo e musica

Messaggio Inviato da: Mayu » gio 12 feb 2015, 23:12

DELETED
Ultima modifica di Mayu il ven 13 feb 2015, 1:33, modificato 2 volte in totale.
Don't mistake my kindness for weakness. I am kind to everyone, but if you are unkind to me, weak is not what you are going to remember about me - Al Capone

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti