Karma e reincarnazione

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Tuna, Pinchuruwia, Mayu

  • Autore
    Messaggio
espansione

Messaggio Inviato da: espansione » mer 17 mar 2010, 18:53

quant'è bella l'ignoranza se si sta bene de mente de corpo e de panza!!

citazione da film storico
chissà qual'è?

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » mer 17 mar 2010, 19:27

Muahahaha il buddha del caffè mattutino :lol:

e io che pensavo di parlare con gente addormentata che scrive al conputer in un impeto di sonnambulismo :roll: ... oppure quello addormentato sono io :shock: anzi ancora meglio questa è matrix, Nio salvaci tu :lol:

espansione

Messaggio Inviato da: espansione » mer 17 mar 2010, 19:37

parlare di chiesa cattolica non ha senso
la chiesa cattolica non è in crisi perchè non è mai stata in auge!!
ha solo cercato di gestire un potere sulle masse che non gli era però stato consegnato dagli dei.

il cristianesimo di gesù, quello vero, mi pare che sia poco conosciuto se non addirittura perduto come insegnamento esoterico.

al mondo d'oggi quelli che erano poteri dei guerrieri e degli sciamani, la politica, la guerra, la salute e la spiritualità è in mano a uomini avidi e senza scrupoli che nascondono la verità o qualcosa che almeno ci assomigli.

l'apertura spirituale da libertà
e l'ignoranza (quella presunta) può essere una liberazione da costrizioni culturali e consentire una vicinanza a sensazioni di felicità e gioia in una semplicità che illumina



:)

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » mer 17 mar 2010, 20:12

La mia ironia di prima e la critica precedente voleva sottolineare, che sono solo discorsi intelletuali privi dell'esperienza a cui qui si anela, ora non conosco chi sta dall'altra parte dello schermo quindi non sò che esperienze ha avuto, in fondo ridevo anche di me stesso...
liberazione da costrizioni culturali e consentire una vicinanza a sensazioni di felicità e gioia in una semplicità che illumina
sarebbe bellisimo spero di provare in vita mia quei semplici attimi di eternita gioia... forse Dio è in quegl'iattimi :)

Avatar utente
Taranis
Messaggi: 617
Iscritto il: mar 8 set 2009, 15:24
Località: Piemonte

Messaggio Inviato da: Taranis » mer 17 mar 2010, 22:01

John Thot ha scritto: Vorrei porre una critica... certo essere ironici sulla situzione dell'uomo è gran cosa... ma qualcuno di voi che ride dell'uomo che si trastulla è percaso un risvegliato? altrimenti stiamo qui a ridere anche della nostra attuale condizione perchè ci siamo dentro anche noi nel maya... il che è la cosa più ironica di tutte hahaha :lol:
Ognuno rideva di se stesso immagino. :wink:

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » gio 18 mar 2010, 11:31

Ognuno rideva di se stesso immagino. :wink:
Si fa quel che si può... ma una bella risata non me la toglie nessuno, la cosa per me è veramente umoristica perchè tra dire e il fare c'è di mezzo un abisso... forse quando con semplice e pratica decisione risolverò questa cosa del maya mi farò una risata ancor più grande :D
il cristianesimo di gesù, quello vero, mi pare che sia poco conosciuto se non addirittura perduto come insegnamento esoterico.
secondo tè quali sono le caratteristiche perdute/poco conosciute dell'insegnamento di Gesù?...potresti farne un sunto e un confronto con il cristianesimo attuale, cattolico (questo però è fuori dall'argomento qui trattato) la cosa è molto interessante...
al mondo d'oggi quelli che erano poteri dei guerrieri e degli sciamani, la politica, la guerra, la salute e la spiritualità è in mano a uomini avidi e senza scrupoli che nascondono la verità o qualcosa che almeno ci assomigli.
Senza dubbio a Roma ci stanno i farisei e l'impero tiranno (in versione moderna d'ultimo grido con nomi e schiavitù diverse) un pò come a Gerusalemme 2000 anni fà! ma che verità (o qualcosa che ci assomiglia?) mai potrebbero possedere e nascondere questi uomini rigonfi di ego?
l'apertura spirituale da libertà e l'ignoranza (quella presunta) può essere una liberazione da costrizioni culturali
qui intuisco ciò che intendi ma non mi è tutto chiaro, cosa significa per te: ignoranza presunta? Vuol dire forse che liberarsi dai pre-concetti della nostra cultura ed educazione ci rende più liberi e disposti all'apertura spirituale e di conseguenza ci fa assaporare quei momenti di semlice estasi d'esistere... questo intendi per illuminazione? il decadere di tutte le costruzioni mentali per gustare la realtà ultima delle cose?... il decadere delle costruzioni mentali non può portare di cosenguenza ad un'espansione percettiva e di consapevolezza?... Se si questo ha molto a che fare con il flusso di esitenze... e poi con tutta questa beatitudine cosa centrano gli spiriti? può essere uno sciamano anche un'illuminato pieno d'estasi... scusate le molte domande ma sono punti su cui sto riflettendo moto e su cui vorrei aver chiarezza per decidere cosa nella mia vita (troppi paroloni troppa serità però, non và bene :) )

Shushui
Tséntsakero
Messaggi: 825
Iscritto il: lun 12 ott 2009, 10:19

Messaggio Inviato da: Shushui » gio 18 mar 2010, 18:14

John Thot ha scritto:[...]
Specifica cosa intendi per considerazione della natura e degli spiriti perfavore non credo di aver capito, [...]
Se non fai esperienza non puoi capire, per questo lo sciamanesimo è legato all'esperienza. Per fare esperienza serve una guida, o ti guidano gli spiriti o uno sciamano autentico.
Però se ne hai il tempo e la pazienza, leggiti il forum. Ti servirà a avere delle idee più chiare sul punto di vista sciamanico.

Con sonsiderazione della natura volevo dire più o meno questo:
diciamo che lavori in un ufficio. La mattina quando entri nel tuo posto di lavoro, incontri i tuoi colleghi e li saluti prima di cominciare a fare le cose che devi fare, e loro ti salutano. Se una mattina dai un pugno a uno dei tuoi colleghi invece di salutarlo, non credo che sarà di buon umore con te e, se immediatamente non ti restituisce lo schiaffo, ti farà mandare via o chiederà che vengano presi provvedimenti.
Quindi, di solito non ti prendi la libertà di trattare male i tuoi colleghi, oppure si?
Quando tagli un albero, senza prima averne chiesto il permesso, senza una vera necessità, e senza compensare, come pensi che reagiscano gli spiriti?
"Nosotros hemos enseñado muchas cosas a los hombres"
Los Árboles

Ánimo y fuerza
Shushuì

Shushui
Tséntsakero
Messaggi: 825
Iscritto il: lun 12 ott 2009, 10:19

Messaggio Inviato da: Shushui » gio 18 mar 2010, 18:34

espansione ha scritto:[...]
l'apertura spirituale da libertà
e l'ignoranza (quella presunta) può essere una liberazione da costrizioni culturali e consentire una vicinanza a sensazioni di felicità e gioia in una semplicità che illumina
:)
Tsunki ha scritto un articolo in cui parla anche della new age:
http://www.sciamanesimo.com/sciamanesimo.html
"Nosotros hemos enseñado muchas cosas a los hombres"
Los Árboles

Ánimo y fuerza
Shushuì

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » gio 18 mar 2010, 19:09

Caspita Zampa sembra che oggi il destino abbia voluto spigarmi le cose (a modo suo) prima che apra di nuovo il forum e legessi la tua risposta sulla considerazione della natura...

Tu ai osservato il caso delle piante usate senza necessità, oggi ho potuto riflettere su come trattiamo gli animali...

Questo pomeriggio ho guardato un documentario che si chiama Earthlings: terrestri... ti giuro ho pianto come un bambino a vedere quelle scene li e ora sono in paranoia perchè vedendo un pezzo di carne mi viene in mente come vive quella creatura solo per soddisfare i nostri bisogni (spesso ecessivi o futili), trattati nei matatoi come nei campi di concentramento, finora nell'ignoranza e nella sua tacita accetazione pensavo che in fondo in natura vige la legge del più forte, non avevo fatto i conti con la crudeltà umana, mi sento uno squallido complice... è tutto il giorno che penso alla natura della crudeltà, tipo un predatore sarà carnivoro ma rispetta un'equilibrio, noi saremmo i peggiori animali se oltre all'odio non potessimo anche ridere e amare ed infine cosè l'amore... oddio che male che sto oggi!!!

In questo mondo qui o cambiamo noi o la natura ci costringerà a cambiare... malattie nuove, catastrofi ambientali potrebbero essere solo l'inizio di una lunga serie... non ho mai avuto esperienze trascendentali non sò che ruolo abbiano gli spiriti in questo ma la situazione mi è più chiara comunque, nonostante tutto ciò che nasce debba morire è giusto evitare di infliggere sofferenza a qualsiai essere, qualsiasi esso sia, e noi uomini dovremmo usare la ragione a tale scopo e non al contrario come stiamo facendo, anche tra di noi... La verità fa male!!!

Dhuma

Messaggio Inviato da: Dhuma » lun 22 mar 2010, 19:24

Ho visto anche io quel documentario.
Credo sia solo un "assaggio" di tutto quel che sta dietro i nostri consumi (di carne e non solo).

"Chi semina vento, raccoglie tempesta"

Ti invito a una riflessione -

pensi mai a tutti i poveri batteri innocenti che inali ogni minuto e destini a una morte orribile nelle tue cavità nasali?
pensi che la verdura non soffra a essere mangiata?

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » mar 23 mar 2010, 0:10

Ti invito a una riflessione -

pensi mai a tutti i poveri batteri innocenti che inali ogni minuto e destini a una morte orribile nelle tue cavità nasali?
pensi che la verdura non soffra a essere mangiata?
Sicuramente soffre in modo diverso... il suo soffrire è il rendersi conto che la sua esistenza è finita perchè non sente più il sostentamento della terra... non sò dove l'ho sentito ma quando un'albero viene sradicato quelli vicini vibrano perchè pare percepiscono il suo esser sradicato, insomma una qualche forma di paura... non sono mai stato una pianta (o forse non ne ho memoria) ma essendo priva di sistema nervoso sò che la sua sofferenza non è paragonabile alla nostra (e ti invito a dimostrarmi il contrario) quindi è impossibile non far morire niente, l'istante vive dopo la morte dell'istante precedente (ammesso che il tempo non sia illusione) io stesso soffro pensado all'esistenza e ai termini del suo contratto: acetta che sia magnifica e creativa quanto sofferente e distruttiva... cerco di minimizzare la distruzione a favore del creare, meglio creare un'uomo che pensa così (se pur il suo pensiero sia per alcuni aspetti incoerente) che un'uomo dedito alla distruzione in modo più o meno conscio. non si sà mai che impari a vivere di raggi solari :)

In fin dei conti è tutta una battaglia di considerrazione del sigolo e del tutto... Tutto si trasforma a favore del tutto... ma il singolo percepisce di essere singolo altrimenti non esisterebbe non avrebbe stimolo ad esistere... se io non avessi un'ego mi lascerei sbranare da un leone perchè povero lui vuole mangiarmi deve sfamarsi... finchè sto al mondo cerco di creare meno sofferenza possibile e cerco di ribaltare la bilacia verso il picere e la felicità che la mia esistenza può dare come frutto, non per qualche morale ma perchè cerco di mediare secondo il mio pensiero. Sono criticabile in molti punti ma almeno ho la mia testa 8)

Dhuma

Messaggio Inviato da: Dhuma » mar 23 mar 2010, 8:43

John Thot ha scritto:]
Sicuramente soffre in modo diverso... il suo soffrire è il rendersi conto che la sua esistenza è finita perchè non sente più il sostentamento della terra...
:lol:
Quindi mangi le verdure perché credi che soffrano in modo insignificante rispetto a un animale?

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » mar 23 mar 2010, 12:01

Quindi mangi le verdure perché credi che soffrano in modo insignificante rispetto a un animale?
Si qui sta la contraddizione e ametto che mi ai messo in scacco matto :( !!! ma sicuramente è da rispetta un'essere (al di là che uno li mangi o meno) quindi se il modo in cui trattano le grandi imprese gli animali è questa, che non solo è estremamente brutale tipo campi di concentramento ma crea nuove malattie nocive per noi per loro e per di più queste imprese inquinano il mondo in un circolo vizioso quindi, teoricamente è privo di fondamento ma dato la situazione globale movimenti di questo tipo sono utili se non necessari!!!! tra le tante follie ed ipocrisie del mondo ho scelto questa perchè è tanto pazza da voler abbatere una pazzia più grande di lei... è davide vs golia(bello fare citazioni bibbliche quando non sono un credente)

:lol:

Avatar utente
Tsunki
Administrator
Messaggi: 4123
Iscritto il: gio 7 dic 2006, 20:26
Località: Amazzonia, Australia, Svizzera
Contatta:

Messaggio Inviato da: Tsunki » mar 23 mar 2010, 12:01

John Thot ha scritto: Sono criticabile in molti punti ma almeno ho la mia testa 8)
Che suppone e dà per certe cose di cui non sa nulla.
Come sa la tua testa cosa prova un pianta? A meno che tu abbia... una testa di rapa :lol: :lol: :lol:
ánimo y fuerza

Tsunki

John Thot
Messaggi: 71
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 3:41
Località: Provincia di vicenza dove fanno la polenta buona

Messaggio Inviato da: John Thot » mar 23 mar 2010, 12:06

Allora qua Tsunki piano con le parole perchè chi ti dice che le rape non siano intelligenti :D
Che suppone e dà per certe cose di cui non sa nulla.
ok ok mi sà proprio che devo smettere di ragionare e tentare di sperimentare, un momento ma tu vuoi dire che sai cosa prova una pianta?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite