La Cura del Cuore

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Pinchuruwia, Mayu, Tuna

Rispondi
  • Autore
    Messaggio
Avatar utente
Elena
Messaggi: 255
Iscritto il: lun 8 gen 2007, 16:38
Località: Torino

La Cura del Cuore

Messaggio Inviato da: Elena » ven 6 apr 2007, 13:06

6 aprile 2007

Da quando ho partecipato al Cerchio sulla Cura del Cuore mi sono dedicata con molto interesse a questo tipo di lavoro.
La scorsa settimana ho “visitato” un cuore molto diverso da quelli “curati” fino ad ora.
La totalità dei cuori (una decina) che ho visto è molto occidentale: il sentiero porta ad una casa, qualsiasi siano la sua forma architettonica, il suo colore e la sua dimensione, in genere ben inserita nel contesto del paesaggio, ma “solitaria”.
Il cuore visitato la scorsa settimana è invece quello che potrei definire un cuore “nativo”. Il sentiero che conduce a questo cuore si snoda all’interno di un bosco non molto fitto, con il sottobosco formato da piante medicinali, e sbuca in una pianura attraversata da un fiume. Nella pianura c’è un accampamento di tende indiane (tepee) e il cuore è una delle tende.
All’interno della tenda c’è un fuoco, circondato da grosse pietre. Il fuoco è diviso in 4 settori di dimensioni uguali tra loro: nel primo c’è legna che deve essere ancora accesa, nel secondo fuoco che brucia bene, nel terzo fuoco che divampa, nel quarto carboni ardenti senza fiamma.
Ciò che ho notato è che il fatto che i 4 settori siano così separati causa a volte uno scompenso nella circolazione del Potere della persona. Non riuscivo però ad amalgamare i 4 settori. La Nonna che mi ha accompagnato nel viaggio allora ha preso a cavalluccio sulle sue spalle l’anima di questa persona e ha iniziato a correre intorno al fuoco che ha iniziato a bruciare in modo uniforme. Alla base del fuoco però si formavano di nuovo i 4 settori, mentre le fiamme nella parte alta del falò ardevano uniformemente.
La struttura del cuore a 4 settori mi sembra quindi sana, anche se molto particolare; ciò che è da mettere a punto è solo l’uniformità delle fiamme nella parte alta del falò.
Il compito lasciato dalla Nonna alla persona è quello di osservare per 7 giorni l’uniformità delle fiamme nel fuoco del proprio camino (quello che la persona ha nella casa in cui vive in questa realtà).
Questa persona (una donna italiana di circa 60 anni) ha un forte senso della comunità, per lei non ha significato vivere scollegati dagli altri e questo si vede bene nel suo cuore.
Anni fa ha imparato l’uso delle piante medicinali da un Lakota e usa le erbe per curare le persone che si rivolgono a lei. Il suo cuore-tepee è infatti pieno di erbe in fase di essiccazione o già preparate e conservate in sacchetti di pelle.

Cosa ne pensate? Qualcuno ha qualche osservazione, suggerimento o consiglio da dare?
Elena

Avatar utente
Elena
Messaggi: 255
Iscritto il: lun 8 gen 2007, 16:38
Località: Torino

Messaggio Inviato da: Elena » dom 13 mag 2007, 19:32

Tsunki ha detto:

"Ad es. la Cura del Cuore è importantissima per il Recupero d'Anima e, anzi, come un'allieva ha scoperto da sola, permette anche un ulteriore metodo di diagnosi della perdita, che per alcuni funziona perfino meglio degli altri."

Sì, come dice Francesco, il viaggio nel Cuore di una persona è molto utile per la diagnosi di eventuali perdite di Anima o di altri problemi.
Io non riesco ad utilizzare il metodo dell'occhieggiamento per la diagnosi e ho qualche difficoltà con gli altri metodi, però mi sono resa conto che durante la Cura del Cuore riesco ad entrare bene in sintonia con l'Anima del "paziente" che mi mostra i problemi esistenti.
Per fare questo, dopo aver percorso il sentiero che mi porta fino alla casa del "paziente", prima di entrare nella casa chiedo all'Anima della persona il permesso di entrare. In genere l'Anima si palesa e, prima o al termine della Cura del Cuore, mi mostra le eventuali perdite di Anima o di parti di Anima o gli organi della persona che hanno dei problemi (es. organi con energia bassa). Ovviamente, visto che la persona è consenziente, ho già il permesso di entrare nel suo Cuore, ma il chiedere permesso all'Anima genera un rapporto diverso, come un'alchimia tra il maggiore rispetto da parte mia e la maggiore fiducia da parte sua.
Questo è il sistema di diagnosi con cui mi trovo meglio e che utilizzo.

Animo y fuerza
Elena

Awa

Messaggio Inviato da: Awa » lun 14 mag 2007, 16:09

Grazie, Elena, per aver descritto in chiaro la tua procedura. E' un ulteriore incoraggiamento a fare questo cerchio della cura del cuore!
Per esempio io personalmente non riesco a fare bene l'ammiccamento, però finora ho avuto buoni riscontri diagnostici con l'altro (osservazione in stato di visione del paziente disteso davanti a me) Finora ho azzeccato le diagnosi.

Personalmente ho potuto costatare la tua validità di diagnosta, sia per me sia per le mie figliole. Sìsìsìsì, sei brava!

E' incredibilmente suggestivo il fatto che l'anima del paziente ti si appalesi e ti indichi le sue mancanze, i suoi problemi.
E' meraviglioso avere la capacità di poter fare qualcosa di così importante per le persone, di aiutarle a ricreare la completezza perduta fra le loro parti del corpo spirituale. Per questo non ci sono ringraziamenti bastanti.
Ciò che racconti è uno stimolo, grazie.

qitta
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 9 gen 2007, 14:21

Messaggio Inviato da: qitta » mar 15 mag 2007, 19:11

A tutto il Cerchio

A breve, farò la mia prima diagnosi e cura del Cuore...
La cavia... ops, il paziente sa di essere il mio PRIMO paziente...
C'è qualcuno che ha da darmi qualche suggerimento o consiglio?
Grazie a tutti!!!

qitta

Awa

Messaggio Inviato da: Awa » mar 15 mag 2007, 20:31

Suerte, Qitta!

Purtroppo non posso dirti altro.... attendo di fare il cerchio del cuore :)

Avatar utente
Kaya
Messaggi: 823
Iscritto il: mer 27 dic 2006, 9:11
Località: Torino

consigli

Messaggio Inviato da: Kaya » mar 15 mag 2007, 23:43

tutto quello che posso dirti è che io mi fido delle intuizioni e dei consigli del mio animale di potere, verso cui nutro grandissima fiducia.
inoltre ho constatato quanto sia importante raccontare ad alta voce in diretta al paziente quello che sta succedendo, per coinvolgerlo direttamente nella guarigione (direi che aumenta il potere della guarigione).
suerte, gli Spiriti ti daranno sicuramente una mano....
Vittorio

Avatar utente
Elena
Messaggi: 255
Iscritto il: lun 8 gen 2007, 16:38
Località: Torino

Cuore

Messaggio Inviato da: Elena » ven 18 mag 2007, 15:33

Cara Qitta
scusa il ritardo con cui ti rispondo...
credo che la cosa più importante sia iniziare la cura con l'intento serio di aiutare la persona che ti ha chiesto aiuto, ma anche con serenità e fiducia nell'aiuto degli Spiriti.
Chiedi al tuo Animale di Potere e ai tuoi Spiriti Alleati di seguirti e di aiutarti nella cura. Quando hai dei dubbi, chiedi a loro che sono molto più saggi di noi.
Io faccio attenzione anche a come si presenta il sentiero che porta alla casa (irto, buio, ombreggiato, soleggiato, ben curato, ecc.), poi ovviamente osservo la casa e il fuoco e inizio la cura di conseguenza.
Alla fine ti renderai conto che è stato più facile di quanto credessi all'inizio...
Un abbraccio

Animo y fuerza
Elena

qitta
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 9 gen 2007, 14:21

Messaggio Inviato da: qitta » dom 20 mag 2007, 17:40

Grazie, di cuore, a tutti per le risposte!!
Animo y Fuerza
qitta

Awa

Messaggio Inviato da: Awa » mar 22 mag 2007, 21:55

Qitta, com'è andata la tua diagnosi e cura del cuore primera?

qitta
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 9 gen 2007, 14:21

Messaggio Inviato da: qitta » ven 1 giu 2007, 9:34

Ieri ho visitato il Cuore di una mia amica.
Inizialmente ho avuto qualche difficoltà a trovare il sentiero. Mi guardavo intorno, ma non vedevo nulla, solo tutto bianco. Poi il mio Animale si è incamminato in quel bianco ed io l'ho seguito. Il sentiero era tutto bianco, intorno non si vedeva nulla, se non questo bianco. Arrivo alla casa: una casetta molto carina e curata, di due piani. Chiedo il permesso di entrare, l'Anima di dice di sì. Entro e cerco il fuoco. La prima sensazione, è che quella casa fosse abitata da più persone. Nella quarta stanza che apro, finalmente, trovo la cucina. C'è il fuoco acceso, al'interno di una macchina del gas, con la bombola. Il fuoco è basso. Mi rendo conto che c'è qualcun'altro, in quella cucina. Un "uomo" (?) mi inizia ad urlare contro, chiedendomi cosa voglio fare e di non toccare assolutamente nulla. L'Anima - che mi aveva dato il permesso di entrare nella casa - entra in cucina, inizia a discutere con quell' "uomo", lo porta fuori dalla cucina e mi fa capire di continuare.
Ora sono sola, dentro la cucina e sento i due che, fuori, litigano fuoriosamente. Inizio a vedere cosa fare: alzo il livello del fuoco sul fornello, giro maggiormente la fuoriscita del gas della bombola, rinnovo l'aria, do una pulita alla cucina. Sono ancora dentro la cucina, quando l'Anima mi dice di non uscire subito. Dopo poco, capisco che è il momento. L'uomo si è veramente arrabbiato e se la sta prendendo con l'Anima (ha le mani sul collo, mi sembra che stia provando a strangolarla). Nel frattempo, l'Anima mi dice di muovermi e di allontanarmi di fretta. Saluto ed esco di corsa, con il mio Animale.

Secondo voi, devo tornare, fra un pò, nel Cuore per controllare come sta?
Qualcuno ha suggerimenti o consigli da darmi?

Avatar utente
Kaya
Messaggi: 823
Iscritto il: mer 27 dic 2006, 9:11
Località: Torino

domanda

Messaggio Inviato da: Kaya » ven 1 giu 2007, 11:37

ciao Qitta, vedi che alla fine sei riuscita a fare tutto!?
Una domanda: cosa ha detto il paziente quando gli hai raccontato quello che hai visto?
Comunque in generale è buona cosa rifare, dopo qualche settimana, il viaggio per andare a controllare come stanno le cose, per vedere se qualcosa è cambiato, se è tutto a posto, se sono insorti dei problemi, etc..
...naturalmente se il paziente è sopravvissuto! :lol:
Animo y fuerza
Vittorio

Avatar utente
Tsunki
Administrator
Messaggi: 4409
Iscritto il: gio 7 dic 2006, 20:26
Località: Amazzonia, Australia, Svizzera
Contatta:

Messaggio Inviato da: Tsunki » ven 1 giu 2007, 11:55

Concordo con vittorio.
In particolare... la tua paziente sa chi era l'uomo scorbutico?
ánimo y fuerza

Tsunki

Avatar utente
Elena
Messaggi: 255
Iscritto il: lun 8 gen 2007, 16:38
Località: Torino

Cuore

Messaggio Inviato da: Elena » ven 1 giu 2007, 13:44

Ciao Qitta
interessante ciò che hai visto!
In alcure cure del cuore mi è successo di incontrare altre persone nella casa, oltre all'anima della persona stessa. Non mi è mai successo però di assistere a liti... ho sempre trovato situazioni di equilibrio o di armonia tra le varie persone.

Concordo con Vittorio sull'opportunità di rifare una visita al cuore della tua amica tra qualche settimana per vedere gli sviluppi.

Concordo con Tsunki: ma quando hai raccontato alla tua amica ciò che hai visto, lei cosa ha detto? Chi è l'uomo arrabbiato? Lei sa chi è e perchè è arrabbiato?

Un abbraccio e brava! Hai visto che ce l'hai fatta?!
Elena

calasi
Messaggi: 180
Iscritto il: ven 1 giu 2007, 15:28
Località: roma

la cura del cuore

Messaggio Inviato da: calasi » ven 1 giu 2007, 15:38

ciao a tutti.
Mi presento come l'amica a cui qitta ha fatto visita.
Non so con precisione chi possa essere lo spirito con cui la mia anima litigava. Posso ipotizzare qualcuno, ma vorrei sapere da voi se lo spirito si riferisce ad una persona deceduta oppure potrebbe cnq trattarsi di una viva.
Lo chiedo perchè nella mia vita ci sono stati due grandi contrasti e quindi per sapere quale possa essere lo spirito dovrei avere qs risposta.
Grazie
calasi

Avatar utente
Tsunki
Administrator
Messaggi: 4409
Iscritto il: gio 7 dic 2006, 20:26
Località: Amazzonia, Australia, Svizzera
Contatta:

Messaggio Inviato da: Tsunki » ven 1 giu 2007, 16:05

Ciao calasi,

benvenuta!

Solitamente si tratta di una persona viva.
Se si trattasse di un morto, allora uno sciamano dovrebbe approfondire meglio la cosa.
ánimo y fuerza

Tsunki

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti