La sfida dell'amore

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Tuna, Pinchuruwia, Mayu

  • Autore
    Messaggio
Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1380
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Mayu » sab 20 apr 2019, 0:38

Ciao, apro questo topic per il cerchio La sfida dell'amore, come trovarlo, come liberarsene.

Nel caso non l'abbiate ancora visto, suggerisco di leggere questo blogpost: https://www.sciamanesimo.org/blog/anime-gemelle/
- Coraggio è ciò che ti fa attraversare le paure che ti separano da ciò che ha veramente valore

Avatar utente
Laura
Messaggi: 152
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Laura » lun 29 apr 2019, 18:05

Hola. :wavesmile:
Volevo ringraziare, ovviamente, Spiriti e Tsunki per il bellissimo Rito.
Rito tragicomico per molti versi ma come sempre illuminante.
Ma soprattutto ringrazio di Cuore, i companeros, tutti, perché dopo tanti mesi di dolore profondo e solitudine, ho percepito una meravigliosa umanità e tanto tanto calore ed affetto.
Un bellissimo scambio reciproco di sostegno, sprono, compassione ed Amore. Personalmente, ne avevo bisogno.
Si sono rafforzati dei legami e se ne sono instaurati di nuovi.
Trovo che per una comunità, a prescindere dall'importanza del Rito in sé, sia una condizione indispensabile e da coltivare.

Abbiamo riso tanto e pianto altrettanto.
L'Amore, abbiamo visto, ci rende fragili e forti al contempo, ci mostra sotto una luce diversa, spesso sorprendente, a seconda delle corazze che ci creiamo, del giudizio, delle paure, delle sovrastrutture che ci vengono imposte e che noi stessi tendiamo a nutrire.
Questo Rito ci ha mostrato quanto sia importante la vulnerabilità e quanto, sebbene ci spaventi, dia l'opportunità di mostrarsi, di aprirsi, andando oltre.

Ricordiamoci sempre quanto ci é stato insegnato da Spiriti...e che credo abbia colpito davvero nel segno.
"L'Amore é una Guerra che va combattuta al contrario".
Mostrarci vulnerabili, apre il cuore e permette all'altro di vederlo, di entrarci e di sintonizzarsi con noi, nel profondo.
Da soli, chiusi nella nostra prigione, non esistiamo.

Come ci ha ben ricordato l'Uwishín ci vuole soprattutto Coraggio per aprire quel varco, nonché, la capacità di saper cogliere quello che chiediamo, onorando ció che ci viene offerto nel migliore dei modi, vivendolo, altrimenti quel dono... non tornerà più.
Lo Auguro, di Cuore, ad ognuno di noi.

Chi non lo fa... é una "faccia di Mayu" :D :prrr2:

Abbraccio tutti.
Kakaram Ajastà

Andrea D
Messaggi: 25
Iscritto il: lun 18 giu 2012, 15:26

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Andrea D » lun 29 apr 2019, 20:01

Hola a todos, ringrazio anch'io Spiriti e Uwishin per il Rito "muy poderoso".

La frase degli Spiriti citata anche da Laura ha continuato a ballarmi in testa per un bel po', perché, anche se non in quella forma, il suo significato mi sembrava estremamente familiare.

Poi è stato chiaro: "In amor vince chi fugge". Che è esattamente l'opposto di ciò che avviene in guerra!

Auguro "trionfali sconfitte" a tutti, quindi! :fiesta:

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1380
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Mayu » lun 29 apr 2019, 22:22

Una amica al ritorno mi ha scritto: "Sento una nuova 'energia' attorno a te ed un 'profumo'... un fiore forse" :roll:
- Coraggio è ciò che ti fa attraversare le paure che ti separano da ciò che ha veramente valore

Avatar utente
Laura
Messaggi: 152
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Laura » mer 1 mag 2019, 18:19

Ciao a tutti.

Personalmente ho messo subito in atto gli insegnamenti di Spiriti e ci sono state interessanti materializzazioni anche rispetto a quanto detto domenica mattina, sul coraggio, sulla vulnerabilità e sul rifiuto dei doni offerti da Spiriti.
Oltretutto mi è successa una cosa un pò particolare che si ricollega al post di Mayu sul Blog.

Scorrendo i canali tv, leggo la didascalia "Laura...a 16 anni mi dicesti si". Mai sentito in vita mia.
Un film che vede protagonista un giovane pescatore che s'innamora di Laura. Le famiglie si oppongono e loro si ritrovano poi, a distanza di anni.
A 16 anni mi lasciò il mio primo amore, cosa che mi devastò e fu oltretutto un anno particolarmente importante per me; una sorta di cuspide, soprattutto di recente ho sentito molto intensamente questa cosa. Da lì, infatti, la mia vita ha preso un'altra piega, che io vivo come una sorta di "deviazione" dal percorso. Ne parlai anche con alcuni companeros.
Nel post su "il taglio del Cuore", Mayu ha inserito, guarda caso, la canzone "one", che insieme a "With or Without you" è proprio legata a quel periodo ed a quell'amore; ogni volta che le riascolto rivivo quel tempo con moltissima nostalgia e sofferenza. Anche perchè in quel periodo mi si stavano aprendo anche delle opportunità artistiche che poi, invece, per motivi vari, sfumarono.
Tra l'altro l'origine del cognome di questo ex amore significa, manco a farlo apposta, "proveniente dal mare". Come il "pescatore" del film e l'araldica ha come simboli, mare, leoni e 3 stelle ad 8 punte.

Ovviamente è una storia bella e conclusa ma forse il Rito ha portato alla luce qualcosa.
Tanto che questo strano collegamento, mi ha fatto ricordare un Sogno fatto qualche giorno prima del Cerchio, dove tornavo nel passato e scoprivo un complotto.

Visto il Rito appena fatto mi son sembrate una serie di curiose "coincidenze".

A tal proposito volevo condividere questa mia illustrazione, titolata "Serendipity - Amore dalle Stelle", fatta proprio qualche giorno prima del Cerchio.
Serendipità, per chi non lo sapesse, (c'è anche un film con John Cusack e Kate Beckinsale), riguarda proprio le felici sorprese e coincidenze, il trovare, inaspettatamente, una cosa mentre se ne cerca un'altra.
Ovviamente il titolo lo avevo già attribuito gg fa, a disegno concluso.
Che strano eh?! :roll:
Che sia di Buon Auspicio per tutti...

Immagine
Kakaram Ajastà

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1380
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Mayu » mer 1 mag 2019, 19:10

Laura ha scritto:
mer 1 mag 2019, 18:19
Nel post su "il taglio del Cuore", Mayu ha inserito, guarda caso, la canzone "one", che insieme a "With or Without you" è proprio legata a quel periodo ed a quell'amore; ogni volta che le riascolto rivivo quel tempo con moltissima nostalgia e sofferenza. Anche perchè in quel periodo mi si stavano aprendo anche delle opportunità artistiche che poi, invece, per motivi vari, sfumarono.
Da come ho capito "One" è la canzone che Lui dedica a Lei, alla loro storia, dopo che per 11 anni non ha mai smesso di aspettarla.
- Coraggio è ciò che ti fa attraversare le paure che ti separano da ciò che ha veramente valore

Avatar utente
Laura
Messaggi: 152
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Laura » mer 1 mag 2019, 20:53

Mayu ha scritto:
mer 1 mag 2019, 19:10
Laura ha scritto:
mer 1 mag 2019, 18:19
Nel post su "il taglio del Cuore", Mayu ha inserito, guarda caso, la canzone "one", che insieme a "With or Without you" è proprio legata a quel periodo ed a quell'amore; ogni volta che le riascolto rivivo quel tempo con moltissima nostalgia e sofferenza. Anche perchè in quel periodo mi si stavano aprendo anche delle opportunità artistiche che poi, invece, per motivi vari, sfumarono.
Da come ho capito "One" è la canzone che Lui dedica a Lei, alla loro storia, dopo che per 11 anni non ha mai smesso di aspettarla.
Una storia intensa, (anche per l'età) durata più di un anno e finita in modo strano. In verità lui non mi lasciò subito, vigliaccamente da un giorno all'altro, non si fece più vivo. Fino a che dopo che riuscii a mettermi in contatto con lui, mi diede appuntamento e mi lasciò dicendomi "sei la ragazza giusta, al momento sbagliato".
Venni poi a sapere, per caso, che si era messo con una ragazza (prima di lasciarmi peraltro) lei l'avevo anche conosciuta precedentemente e, per sesto senso (tipico delle donne), avevo capito subito c'era una "strana intesa".
Frequentavamo la stessa compagnia di amici e lei ci entrò ovviamente. L'accolsi serenamente e non ne feci una colpa a nessuno, tanto che se ne stupirono un pò tutti.

Lui però dopo avermi lasciato, andò in crisi. Si comportava in modo strano e tutti dicevano che era per me ed in effetti lanciava messaggi piuttosto ambigui e che facevano intendere cose.
Cantava in un gruppo, come me. Una sera, durante un concerto mi dedicò, inaspettatamente, una canzone, solo che lo fece davanti a lei, sul palco, dicendo pubblicamente che l'aveva scritta per me. Rimasi scioccata per il gesto, imbarazzatissima, feci poi finta di niente perché, per come sono fatta, mi preoccupai per lei, mi sembravano tutti matti; al posto suo non ne sarei stata molto contenta. Ma lui, a fine concerto parlava solo di questo e, davanti a lei, mi chiedeva speranzoso se gli fosse piaciuta, ribadendo che era per me e quant'altro.

Per un anno comunque non volli avere nessuno. Soffrii molto, dimagrii parecchio. Poi mi misi il cuore in pace e conobbi il padre di mio figlio, cambiando giro di amicizie ed anche lì, le dinamiche tra noi, quando ci si beccava da qualche parte, erano sempre particolari, c'era sempre una chimica strana, forme di gelosia o di imbarazzo.
L'ultima volta che l'ho visto, nel 2007, lavoravo in un negozio di animali del mio paese e loro (lui e lei) si trovarono li per caso (abitavano altrove). Anche li fu un incontro stranissimo. Dopo qualche settimana tornò, da solo, in negozio, dicendo che voleva fare un acquario e se potevo consigliarlo. C'era sempre un'aria particolare, non si può spiegare a parole. Mi disse che sarebbe tornato per prendere tutto l'occorrente ma non tornò più.
So che poi si sono sposati ed hanno avuto una figlia.

Il titolo del film è particolare, perchè mi ha ricordato che una volta entrammo in una chiesa, dove gli diedi un regalo, un cuore diviso in due, un pezzo per me ed uno per lui e li ci promettemmo (come fosse un matrimonio) amore eterno praticamente.
Al tempo poteva essere normale amministrazione tra innamorati, tipo i lucchetti di Ponte Milvio a Roma ma col senno di poi, post Rito, "Laura a 16 anni mi dicesti si" ...suona un pò strano come messaggio. :roll:
Ma comunque è storia ormai. Il Potere del Rito avrà smosso ricordi ad ampio raggio.
Kakaram Ajastà

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1380
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Mayu » gio 2 mag 2019, 3:51

Confesso che sono rimasto deluso da questo cerchio. Non che non sia profondo quello che è stato visto e detto, anzi. Al ritorno in trance ho scritto una poesia in inglese, bellissima. Per ore, non riuscivo a fermarmi. Rileggendola ancora non riesco a credere di averla scritta io. Ma... è tutto poco pratico. Per niente pragmatico. Soprattutto per l'amore, che richiede tattiche in stile "bellico".

Molti si affidano ai segni, alle "visioni", alle "sensazioni" o presunte tali, come fossero la verità... Tanti di quelli che si interessano di cose spirituali cadono nel solito tranello. Ma la realtà è molto più cruda di quello che si vorrebbe.

Ho imparato di più negli anni da amici che ci sanno fare con le donne, che ascoltando consigli del tipo "mandale fiori" - soprattutto se è stata lei a lasciarti in malo modo. Soprattutto se è una persona che non vuole cedere il controllo. Che ha paura del mio "lato oscuro sciamanico". "Che sente una connessione al di là di qualsiasi cosa che ha mai provato, ma preferisce uomini più miti". Che mi ha attaccato il telefono in faccia quando, l'ultima volta, le ho detto che la amo. Spedire fiori, dedicare composizioni con la chitarra, etc. l'ho fatto in passato, e non funziona. Anzi, se la donna è attraente e ha molte opzioni, la allontani ancora di più. Farlo è un "tagliarsi le palle", e lei ci sputa sopra. Chi scappa ha il potere della scelta, sempre e comunque.

Ma un uomo deve abituarsi ai rifiuti, alle porte in faccia, ai no. Fa parte del gioco. Fa parte del coraggio. Ho quindi comunque voluto seguire il consiglio. L'ho fatto a scopo "empirico", per verificare la mia tesi. Ovviamente non c'è stata alcuna reazione, e mai ci sarà. Sono convinto che ha cestinato il regalo.

Il punto è sempre il solito: "If you want to get someone's attention, remove yours". Correre dietro a chi scappa non è mai una buona tattica, la fai scappare ancora di più. Se è tua ritorna. Se no, non è mai stata tua.

Inoltre per l'ennesima volta ho verificato che ascoltare donne mediterranee serve poco per interagire con donne nordiche. Sono "razze" diverse, con comportamenti molto diversi, con un sentire diverso. Quello che forse funziona in Italia non funziona altrove, necessariamente. Se vivi nella tundra, le tecniche di caccia della selva amazzonica non ti servono a niente.

Soprattutto con le olandesi, l'antitesi del romanticismo, che hanno violentato la loro femminilità abbracciando totalmente il femminismo e diventando autoritarie - "cagne arrabbiate", come le chiama la mia parrucchiera di Roma. Per compensazione gli uomini sono pecore mansuete. La natura - insegna l'Uwishin - aborre l'uguaglianza.

Il femminismo ha fatto tante cose per le donne, e ha portato diritti come quello... dell'aborto. Ma come mi diceva uno spirito durante quella notte potente della curanderia del taglio del cuore (parlandomi di un'altra donna): "L'abortire è il fallimento di una donna. Una donna che abortisce, fallisce! La sua vita. Perché il femminile è chiamato a portare alla luce da Madre Terra."

Ma la direzione è quella. È inesorabile. Le donne sempre più maschi, e gli uomini sempre più femmine. E la causa è qualcosa di molto diverso da quella che molti credono. Ma non è tema di questo post.
- Coraggio è ciò che ti fa attraversare le paure che ti separano da ciò che ha veramente valore

Avatar utente
Tsunki
Administrator
Messaggi: 4067
Iscritto il: gio 7 dic 2006, 20:26
Località: Amazzonia, Australia, Svizzera
Contatta:

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Tsunki » gio 2 mag 2019, 8:53

Mayu ha scritto:
gio 2 mag 2019, 3:51
Confesso che sono rimasto deluso da questo cerchio. Non che non sia profondo quello che è stato visto e detto, anzi. Al ritorno in trance ho scritto una poesia in inglese, bellissima. Per ore, non riuscivo a fermarmi. Rileggendola ancora non riesco a credere di averla scritta io. Ma... è tutto poco pratico. Per niente pragmatico. Soprattutto per l'amore, che richiede tattiche in stile "bellico".

Molti si affidano ai segni, alle "visioni", alle "sensazioni" o presunte tali, come fossero la verità... Tanti di quelli che si interessano di cose spirituali cadono nel solito tranello. Ma la realtà è molto più cruda di quello che si vorrebbe.
Non era un corso su come conquistare le donne.
Era un Cerchio sciamanico per aumentare il Potere e/o la fortuna nell'agone amoroso.
Se cercavi insegnamenti su come comportarti con le ragazze, potevi dirmelo, dicevo subito che era il posto sbagliato.
Il femminismo ha fatto tante cose per le donne, e ha portato diritti come quello... dell'aborto. Ma come mi diceva uno spirito durante quella notte potente della curanderia del taglio del cuore (parlandomi di un'altra donna): "L'abortire è il fallimento di una donna. Una donna che abortisce, fallisce! La sua vita. Perché il femminile è chiamato a portare alla luce da Madre Terra."
C'è una grossa confusione di fondo.
L'aborto è sempre stato praticato oppure, quando era ritenuto troppo pericoloso per le conoscenze mediche di un tempo, si uccidevano i bambini appena nati. Solo che una volta, di solito, a decidere l'eliminazione del bimbo inopportuno erano gli uomini (il marito, il padre, i fratelli) o in generale la famiglia della donna (la madre di lei, ad es.), invece che la donna stessa.
La conquista è sull'auto-determinazione, non sull'aborto.
Quindi la frase citata è off topic.
Però, siccome sei stato deluso dalle mancate indicazioni sulle tattiche della guerra amorosa, a titolo di magro risarcimento, l'iwishin te ne dà una gratis: finché dici alle donne frasi tipo questa che hai riportato o tipo "la vulnerabilità è importante, soprattutto per una donna", ti garantisco che scapperanno tutte... Tranne quelle che vogliono usarti o prenderti in giro. Imvho.
ánimo y fuerza

Tsunki

Avatar utente
Laura
Messaggi: 152
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Laura » gio 2 mag 2019, 10:16

Mayu ha scritto:
gio 2 mag 2019, 3:51
Confesso che sono rimasto deluso da questo cerchio.
Mi sembra prematuro. Forse avevi aspettative troppo alte e fretta che accadesse quanto speravi, immediatamente o quasi.
Ma, come tu stesso puoi insegnarmi Riti sciamanici, raramente hanno effetti immediati ed in Amore, anche non funziona così ne quando conquisti, ne quando lasci andare.
Aldilà di alcuni segni pre e post cerchio che possono semplicemente riferirsi al Potere che smuove cose, i risultati veri, richiedono tempo ed impegno. Almeno, questo nella mia esperienza sciamanica.
Ho imparato di più negli anni da amici che ci sanno fare con le donne, che ascoltando consigli del tipo "mandale fiori" - soprattutto se è stata lei a lasciarti in malo modo. Soprattutto se è una persona che non vuole cedere il controllo. Che ha paura del mio "lato oscuro sciamanico". "Che sente una connessione al di là di qualsiasi cosa che ha mai provato, ma preferisce uomini più miti". Che mi ha attaccato il telefono in faccia quando, l'ultima volta, le ho detto che la amo. Spedire fiori, dedicare composizioni con la chitarra, etc. l'ho fatto in passato, e non funziona.
Posso dire? e te lo dico con affetto perchè alla fine lo facciamo tutti ma giuro...sembri una bambino frignante. Sembri mio figlio che viene e mi dice "ma io non posso - ma questo non mi piace - uffa non è giusto"; ed io rispondo come sto rispondendo a te, con la stessa durezza.

Allora cosa sei venuto a fare al Cerchio?
Se avevi già tutte queste risposte in tasca, perchè, quando ti sei aperto e ti sentivi speranzoso, ci hai ascoltate gaio e giulivo anche se.... queste cose avevi già verificato con cotanta esperienza che non funzionano?
Però, mi pare di capire...non funziona se sei rigido, non funziona se sei morbido...allora il problema sarà un altro, no?
Noi ti abbiamo consigliato ma senza conoscere bene questa persona.
Mediterranee, nordiche, ragazzi non va mai bene niente alla fine, fate pace con le vostre convinzioni...tutti! La generalizzazione è deleteria.
Sai qual è la cosa davvero pratica e che nessuno fa? O se lo fa uno non lo fa l'altro? Seguire il Cuore. Punto. Se tu lo fai e lei non è ricettiva allora avrà un problema lei da risolvere o viceversa. Aldilà dell'etnia o della provenienza. Quando squarti un petto, quello che ci trovi dentro è uguale per tutti. Tutto il resto sono paletti che mettiamo noi.
Anzi, se la donna è attraente e ha molte opzioni, la allontani ancora di più. Farlo è un "tagliarsi le palle", e lei ci sputa sopra. Chi scappa ha il potere della scelta, sempre e comunque.
Bubbole! direbbe Scrooge.
"Tagliarsi le palle" lo Spirito non lo intendeva come lo intendi tu e torniamo al fatto che, evidentemente il problema sta da qualche altra parte, da capire dove.
Chi scappa non ha il Potere della scelta.
Chi scappa è Codardo e quando sei codardo non scegli, subisci la scelta delle tue paure e ti trovi tante altre scuse che non stanno in piedi.
Lo stesso discorso lo può fare chi scappa, che a modo suo "testa" l'interesse dell'altro. Tutti sti tira e molla, funzionano per poco, alla lunga generano fraintendimenti e basta.
Lo disse anche Tsunki al Cerchio no? "Se snobbi troppo, l'altro si stanca e se ne va"
Questo discorso dovrebbe esserti chiaro visto che ci hai scritto, pochi gg fa, un post sul Blog.
Ma un uomo deve abituarsi ai rifiuti, alle porte in faccia, ai no. Fa parte del gioco. Fa parte del coraggio. Ho quindi comunque voluto seguire il consiglio. L'ho fatto a scopo "empirico", per verificare la mia tesi. Ovviamente non c'è stata alcuna reazione, e mai ci sarà. Sono convinto che ha cestinato il regalo.
Altre frigne. Non vedo alcun Coraggio io. A parte che, sembra partissi già sfiduciato e dici pure che lo hai fatto per "verificare una tesi" mamma quanto Amore che ci hai messo :huh: quasi quasi ti sposo io.
Dai Mayu!
Questo modo di fare non gioca certo a favore del tuo intento, perchè lo scopo era seguire una tesi ? ma dai.
Poi che abbia cestinato il regalo, sono solo tue supposizioni, di prove concrete non ne hai.
A me pare che questa persona abbia serie difficoltà ad aprirsi, probabilmente per il troppo dolore.
Allora tu a due gg dal Rito non puoi pretendere i miracoli. Un minimo di costanza e pazienza. Anche questo ti è stato suggerito.
Disciplina. Anche in Amore serve.

Il punto è sempre il solito: "If you want to get someone's attention, remove yours". Correre dietro a chi scappa non è mai una buona tattica, la fai scappare ancora di più. Se è tua ritorna. Se no, non è mai stata tua.
Altre bubbole!
Mi son sentita dire anche di recente "io non corro dietro a nessuno" ma, voi uomini fatti e finiti, siete certi di queste cavolate che dite?
A parte che bisogna essere certi che qualcuno stia scappando davvero ma poi se ci si mettesse tutti a far questi discorsi, saremmo soli in eterno. Sta proprio qui "L'Amore è una Guerra che si combatte al contrario".
Cioè non è un gioco d'armi, un pò di tattica c'è ma arroccarsi nelle proprie è solo Ego, orgoglio e non serve a niente...."potete anche tagliarvi le palle" ecco cosa, secondo me, intende lo Spirito. Darsi arie da guerriero che ha il coraggio di tagliarsele fa un grandissimo sacrificio "secondo lui" ma non ha il Coraggio di amare che poi è quello che conta davvero.
Io l'ho intesa così.
Il Coraggio dell'Amore è Amare. "Il Sesso è la parte più semplice" diceva, ovvero che l'attrazione e tutto quel che comporta è semplice, la vera difficoltà e mettersi davvero in gioco.
Inoltre per l'ennesima volta ho verificato che ascoltare donne mediterranee serve poco per interagire con donne nordiche. Sono "razze" diverse, con comportamenti molto diversi, con un sentire diverso. Quello che forse funziona in Italia non funziona altrove, necessariamente. Se vivi nella tundra, le tecniche di caccia della selva amazzonica non ti servono a niente.

Soprattutto con le olandesi, l'antitesi del romanticismo, che hanno violentato la loro femminilità abbracciando totalmente il femminismo e diventando autoritarie - "cagne arrabbiate", come le chiama la mia parrucchiera di Roma. Per compensazione gli uomini sono pecore mansuete. La natura - insegna l'Uwishin - aborre l'uguaglianza.

Il femminismo ha fatto tante cose per le donne, e ha portato diritti come quello... dell'aborto. Ma come mi diceva uno spirito durante quella notte potente della curanderia del taglio del cuore (parlandomi di un'altra donna): "L'abortire è il fallimento di una donna. Una donna che abortisce, fallisce! La sua vita. Perché il femminile è chiamato a portare alla luce da Madre Terra."

Ma la direzione è quella. È inesorabile. Le donne sempre più maschi, e gli uomini sempre più femmine. E la causa è qualcosa di molto diverso da quella che molti credono. Ma non è tema di questo post.
Al Cerchio avete detto tutti che le Donne sono le più tremende, sono cattive.
Le Donne portano il Potere di Nonna Terra. Nonna Terra me lo insegnerete Voi non è tenera. Nutre, a modo suo ama ma quando è necessario ti scrolla e se non la capisci ti apre una voragine sotto ai piedi.
La Donna, ha subito molta violenza ma ha sempre mantenuto questo Potere. Materno ma Severo.
Siete Voi che avete smesso di fare gli uomini, di lottare per la conquista, non solo del territorio ....e si vede.

Ovviamente è solo la mia opinione.
Kakaram Ajastà

secondavita
Messaggi: 4
Iscritto il: mar 20 feb 2018, 17:26

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: secondavita » gio 2 mag 2019, 12:15

"(...) Che mi ha attaccato il telefono in faccia quando, l'ultima volta, le ho detto che la amo" .


Dal mio punto di vista, premettendo che di amore non ci capiscono niente ma forse il punto è proprio questo: se mi dicono ti amo... scappo! per carattere o per lo shock di sentirmelo dire la prima volta da un uomo. Ciò che non si conosce o si conosce poco o in forma sbagliata fa paura e fa scappare.

Al contrario l'amore funzionerebbe meglio assaggiarlo progressivamente per attutire il colpo al cuore altrimenti è un po' come dare da mangiare all'improvviso ad un uccellino che non ha mangiato per giorni (non credo si sentirebbe a suo agio in volo).

Melissa

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 14
Iscritto il: mer 12 ott 2011, 19:56

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Rossella » gio 2 mag 2019, 21:58

Volevo ringraziarvi: come per Laura anche per me è stato bello ritrovarsi nel gruppo e ascoltare insieme parole sull'amore. (Il disegno è splendido, riacciuffa la tua strada di artista!)
Poi sono arrivati i sogni, ed ora è ancora tempo di attesa. La pazienza non è sempre facile, specie per me. Spero solo che non sarò troppo stanca quando arriverà, se arriverà, questo Amore.

Però..ho riflettuto tanto sul mio comportamento passato.
Perché illusioni e rabbia non danzino più abbracciati nelle mie relazioni, credo di dover mettere in gioco anche la mia parte adulta. Senza questo limite interno alle mie re-azioni ripetitive... l'apertura e la vulnerabilità non sono possibili e men che meno l'altro potrà sentirsi accolto ed aprirsi.
Quanto al coraggio e alla rinuncia all'orgoglio... beh sarà un duro allenamento per quanto mi riguarda :)

E' davvero un lungo percorso quello che costruisce la fiducia, dopo l'attrazione.

Per Mayu: sono davvero parole molto forti le tue, accoglierle da donna non è semplice davvero; mi spiace per la tua delusione e sofferenza. Sarei curiosa, se avrai voglia di condividerla, di leggere la poesia in inglese, che credo possa essere molto bella.

Auguro a tutti noi, il meglio...
sto vaga perchè non ho le idee chiarissime su cosa questo "meglio" possa essere. :giveup:

Avatar utente
Laura
Messaggi: 152
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Laura » ven 3 mag 2019, 11:44

Mayu stamane mi sono svegliata pensando a te.
Ieri ti ho parlato con durezza, per scrollarti un pò, come una mamma ad un figlio che si fa prendere dallo sconforto facile.
Mentre scrivevo, ero attraversata da un Potere freddo. Mi accade dopo i Cerchi e credo sia Potere di Spiriti del Nord, della Terra.

Lo Spirito al Cerchio, ha detto come fare ed hai riscontrato anche dagli Tsunki. Ricordi?
Allora fallo. Caricati del tuo dolore, il dolore della tua esistenza, del tuo amore travagliato, organizza ed incontrala.
Mostra la tua vulnerabilità, lasciati andare anche vergognandoti. Credo che lei abbia bisogno di vederti in quel modo. Capire che il suo dolore è uguale al tuo. Non devi essere quello forte ma, al contrario, suscitare in lei senso di tenerezza e protezione. Forse questo l'aiuterà a "sciogliere la pietra che ha nel cuore", a sbloccarsi.
Dimentica olandese, britannica, italiana, fiori, regali, questo e quello...lei non è "Tutte le donne", lei è lei, con il suo bagaglio di sofferenza.
Non sappiamo cosa può smuoverle il Cuore. Tentar non nuoce, magari giusto un pò al proprio ego. Non sarà facile ma potrebbe essere proprio questo tipo di Coraggio che serve.

Sai meglio di me, che il Rito ci può dare il Potere di fare qualcosa ma sta sempre a noi farla, con impegno e fiducia. Può andar bene o no ma, per me, l'intento è importantissimo e quando hai fatto di tutto, non puoi rimproverarti di niente.
Dai, Forza! Vogliamo vederti come al Cerchio. :wink:

Rossella...Grazie di Cuore, il tuo supporto è stato molto importante per me. M'impegnerò, come sempre. Ti abbraccio fortissimo. <3
Kakaram Ajastà

Avatar utente
Mayu
Curandero
Messaggi: 1380
Iscritto il: ven 26 gen 2007, 9:24
Località: Il mondo
Contatta:

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: Mayu » dom 5 mag 2019, 19:16

Ho trascritto il mito di Yaa Nua, la donna stella, che Tsunki ha raccontato all'ultimo cerchio.

Lo trovate nel blog: https://www.sciamanesimo.org/blog/yaa-n ... na-stella/

Buona lettura!
- Coraggio è ciò che ti fa attraversare le paure che ti separano da ciò che ha veramente valore

secondavita
Messaggi: 4
Iscritto il: mar 20 feb 2018, 17:26

Re: La sfida dell'amore

Messaggio Inviato da: secondavita » dom 5 mag 2019, 20:10

Grazie 8)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite