ÍI UNTRI ARÚTMARI

Rito degli Antenati aprire la strada buona del Potere della Stirpe (8 - 9 ottobre 2016)

Nei giorni dell'anno in cui le Porte del Mondo dei Morti si aprono, chiameremo i nostri Antenati per festeggiarli, perché non siano dimenticati e per permettere loro di aiutare, dare consigli, protezione e Potere alla propria Stirpe, ossia a noi e - se li abbiamo - ai nostri figli e nipoti.

Secondo l''antica sapienza sciamanica infatti, sia dell'Amazzonia come della Siberia, Mongolia, Australia e resto del mondo, due sole sono le fonti da cui riceviamo Potere: gli Antenati e gli Spiriti della Natura.
Ma anche queste ultime, spesso il loro Potere arriva a noi grazie all'intervento dei nostri Avi, come ogni sciamano potrà dirvi.
Separandoci dalla nostra Stirpe dunque, non potremo avere né Potere né Fortuna né buona salute.
Cercheremo di comprendere tutto questo durante la preparazione al Rito.

Finalità principale del Rito, oltre a onorare i nostri Avi, è soprattutto aprire una Strada liscia e diritta che permetta a tutto il Potere buono di scorrere dai nostri Antenati fino a noi.
Questa Strada è chiamata Strada Bianca nello Sciamanesimo Tuvino mentre per gli sciamani amazzonici è un Fiume nella Selva da cui arrivano íi untri Arútmari, "tutti i nostri Antenati".

Le Porte dell'Aldilà

In questi giorni dell'anno, le Porte del Mondo dei Morti si aprono per poco tempo, è quindi un'antica tradizione compiere dei Riti e fare offerte affinché gli Spiriti dei Trapassati non tornino sulla Terra né, cosa ancora più pericolosa, i vivi vengano attratti verso l'Oltretomba.

Non è infatti Halloween la data in cui le Porte tra il Mondo dei Vivi e quello dei Morti si aprono, non alle nostri latitudini, la fine di ottobre vale in realtà per i Paesi Nordici.
Nel Sud dell'Europa, dove noi viviamo - come già sapevano gli antichi Romani - il Varco si crea invece nei primi giorni di Ottobre ed è per questo che il nostro Rito si tiene in questi giorni.

Se l'apertura delle Porte (o del Varco) ci offre l'occasione di contattare e festeggiare i nostri Antenati e di stabilire un Flusso di Potere tra loro e noi, essa presenta anche dei pericoli: non solo i Morti possono ritornare sulla Terra, il rischio maggiore e che persone viventi siano attratte verso il Mondo dei Morti.
Quando questo accade, puoi ammalarti o essere colpito da depressione, sfortuna o, nei casi piu seri, morire.

Ciò però, sia chiaro, non ha alcun legame col nostro Rito, ma può accadere a chiunque in questi giorni.
Anzi il Rito serve anche a scongiurare simili pericoli.
Per prevenirli, ai partecipanti al Rito verranno consigliate delle cautele nei giorni precedenti e seguenti, mentre durante il weekend faremo offerte speciali agli Spiriti dell'Oltretomba in modo da rimanere protetti dai rischi.

Perché invocare gli Avi

Per qualunque cosa, desiderio, sogno...
Ma in particolare:

-- il Potere degli Antenati si invoca anzitutto per dare Potere alla propria Stirpe, quindi: per chi desideri avere un bambino, per poteggere o dare buona fortuna ai propri Figli

-- O per chi desideri trovare l'Amore e creare una famiglia che appunto porti avanti la Stirpe

-- per la buona buona Salute e la guarigione da una malattia, poiché la forza e la debolezza del nostro corpo provengono dalla nostra famiglia di origine

-- per realizzare degli obiettivi che diano, attraverso di noi, lustro alla nostra Stirpe, o che comunque diano un senso alla nostra esistenza.

-- soprattutto, aiuto nel trovare la propria Felicità.

Gli Avi, se possono e lo credono importante, possono rivelare a qualcuno predizioni per il Futuro.

 

Programma del Rito

  • Tsunki in un luogo della Natura, dove vi è una connessione col Mondo dei Morti, aprirà le Porte chiedendo agli Spiriti Guardiani di proteggerci, di non farci cadere vittima dell'attrazione per l'Aldilà e di non permettere a Defunti pericolosi di vagare sulla Terra.
  • Per il resto il programma è in gran parte segreto, possiamo dire che:
  • Ognuno di noi farà delle offerte e invocherà i suoi Avi.
  • Per ognuno, con un Rito potente, verrà aperta la Strada che porta il Potere buono della Stirpe.
  • Incontreremo gli Avi che vorranno presentarsi in visione. Ma, come scopriremo, ogni persona potrà vedere o ricevere messaggi da Antenati di altri partecipanti.
  • Festeggeremo gli Avi
  • il giorno dopo in un altro Rito ringrazieremo gli Spiriti per assicurarci il loro favore e richiuderemo le Porte verso il Mondo dei Morti.

IN SINTESI

Questo è un Rito festoso per i nostri Antenati

-- Ciascuno invocherà e farà offerte per i propri Antenati e parenti defunti.

-- Ognuno sarà aiutato, grazie a un Potente Rito, ad aprire e sgombrare la Strada buona che porta a noi il Potere della Stirpe.

-- Dalla Strada buona verranno gli Antenati che vorranno comunicare con voi. 

-- Ognuno potrà incontrare o ricevere messaggi da Antenati di altri partecipanti

-- Festeggeremo gli Avi e scambieremo con loro doni, ricevendo in cambio i loro doni di Potere in risposta alle nostre preghiere e richieste d'aiuto

Requisiti per partecipare

Il Rito è aperto a chi abbia già una pur minima esperienza sciamanica.

Può partecipare:

  • chi sta seguendo l'apprendistato online a distanza.
  • chi abbia partecipato ad almeno un nostro Cerchio o Rito negli ultimi 2 anni.
  • chi abbia ricevuto una curanderia come la Caccia all'Anima (Recupero dell'Anima) o una Cura del Cuore da uno dei nostri curanderos nell'ultimo anno.

Se non avete i requisiti di cui sopra, ma credete di avere sufficienza esperienza sciamanica, scrivete a [email protected]

Date, orari, luogo

I Riti si terranno in un posto bellissimo, immerso nella Natura vicino a Lugano in Canton Ticino (Svizzera). Il luogo esatto sarà comunicato direttamente agli iscritti.
Inizieremo sabato 8 ottobre alle 9.30 di mattina. Termineremo domenica alle 13 circa.

Quota di partecipazione

La quota per partecipare al Rito è di 220 CHF (circa 200 euro), pasti inclusi.
Ma non è incluso il pernottamento, V. più sotto.

Alloggio, costi di pernottamento e pasti

Il pernottamento costa 30 CHF (ca. 26 euro) p/p, inclusa la prima colazione, incamerate a 6 letti.
È disponibile anche una camera doppia a 45 CHF (ca. 40 euro).

L'evento è residenziale e il soggiorno in loco è essenziale per mantenere la necessaria unità e calma durante i Riti e le visioni sciamaniche.

Uno dei pasti principali è incluso nella quota di partecipazione. Per l'altro invece l'importanza del Rito richiede il digiuno.

Modalità di iscrizione

Per iscrivervi è necessario inviare un acconto di 150 CHF (1).
Le iscrizioni saranno chiuse appena raggiunto il numero massimo e comunqueentro le ore 18 di sabato 1° ottobre.

I Riti saranno condotti da Francesco Tsunki, sciamano e curandero Shuar (Amazzonia).

Come sempre, parte del ricavato servirà a sostenere il popolo Shuar (noto un tempo come Jíbaro), detentore di una delle più importanti culture sciamaniche del mondo e che si sforza di conservare le sue tradizioni continuando a vivere di caccia e orticoltura sarchiata nella selva Amazzonica.

Per iscrivervi cliccate sul pulsante qui sotto e seguite le istruzioni. 
Se il pulsante non fosse disponibile, scrivete a [email protected].