IL SALTO DEL POTERE

come realizzare i propri Sogni (31 gennaio - 1° febbraio 2015)

Le iscrizioni a questo Cerchio sono CHIUSE. Non accettiamo altri partecipanti

In questo Cerchio scopriremo come usare il Potere sciamanico per convertire i propri Sogni e aspirazioni in realtà.
Molti si avvicinano allo Sciamanesimo perché sentono nella loro vita una mancanza di Potere: un'incapacità di cambiare le proprie esistenze e quelle dei propri cari, di influire sull'ambiente, di lasciare una traccia di sé o semplicemente di realizzare un'aspirazione.
Coi metodi sciamanici, negli ultimi 12 anni, abbiamo aiutato moltissimi a trovare Potere nella loro vita e anche in questo Cerchio i partecipanti potranno accostarsi a fonti di Potere, a Spiriti disposti ad aiutarli.
Ma spesso per realizzare un nostro Sogno il Potere non basta. Tante persone trovano molto Potere oppure ne hanno per natura, senza bisogno di sciamanizzare, ad es. hanno per nascita un particolare talento o sanno far benissimo qualcosa o hanno carattere forte, eppure... i loro Sogni si realizzano solo in parte o malamente o, nei casi più sfortunati, arrivano fino a un passo dalla realizzazione e poi tutto si sgretola.
Il problema è la focalizzazione del Potere, concentrare tutto il Potere verso il Sogno che si vuole realizzare.
È quello che impareremo a fare in questo Cerchio.

Il Salto del Potere

Gli sciamani Shuar usano fare un esercizio, che io stesso, Tsunki, ho fatto in diverse occasioni davanti agli allievi: soffiamo dalla bocca uno tséntsak, o dardo magico, che ha ad es. il potere e l'aspetto della Vespa o del Maggiolino e poco dopo una vespa o un maggiolino in "carne e ossa" compaiono vicino a dove abbiamo soffiato.

Gli tséntsak sono piccoli Spiriti, al confine tra il materiale e l'immateriale, che vivono nel corpo dello sciamano. L'esercizio materializza il Potere, la Vespa-spirito diventa una Vespa materiale. Serve appunto ad allenare la capacità di far fare al Potere il "salto" dal Sogno a questa Realtà.
Diversi miei bravi apprendisti sanno materializzare gli tséntsak, ma di solito non sanno controllare la cosa: ossia accade ogni tanto, loro lanciano uno tséntsak, ad es. di cavalletta e il giorno dopo questo ritorna come cavalletta materiale lì dove deve tornare. A volte però accade materialmente, altre no e non sanno di solito prevedere quando sì e quando no. Inoltre non sono di solito capaci di farlo accadere in pochi minuti. Mancano la concentrazione e la consapevolezza.
Questo naturalmente è solo un esercizio, un allenamento, non servono di per sé tséntsak per materializzare un sogno, per questa ragione il Cerchio è aperto a tutti, tutti potete imparare a fare il salto del Potere e realizzare i vostri Sogni!

Il problema di realizzare un Sogno è di base lo stesso che quello di materializzare tséntsak, ed è chiamato salto del Potere perché è molto simile a saltare un burrone: da questo lato sta il Sogno, bellissimo ma immateriale, dall'altro lato la Realtà fisica.
Per passare dall'altra parte occorre saltare e per saltare serve ad es. contrarre i muscoli e il ventre come per comprimere una molla, essere molto concentrati sulla distanza da superare (in modo da non fare un salto corto!) e poi scattare rilasciando tutta l'energia in un attimo.
Allo stesso modo, scopriremo in questo Cerchio che le forze necessarie a fare il salto del Potere passano attraverso il corpo e soprattutto attraverso la parte centrale del corpo, ossia il ventre, i fianchi e la bassa schiena. Sorprendentemente forse, esercizi fisici sono di grande aiuto per acquisire la capacità di realizzare i propri sogni.

Una piccola nota a margine: questa capacità di "concentrazione" (contrarsi prima del salto), "rilascio" (lo scatto della molla) e "focalizzazione" (calcolare bene il salto) viene spesso chiamata intento, adottando un termine di Carlos Castaneda. Tuttavia Castaneda dà alla parola intento un significato molto più ampio, che non è quello tradizionale nativo, almeno in Amazzonia.
I nativi comunque non usano termini astratti o meglio non distinguono tra astratto e concreto e quindi parlano solo di "salto", "forza nella pancia" e di cosmovisione.

Il Potere dell'Anaconda e la Cosmovisione

Lo Spirito dell'Anaconda, un grande Serpente costrittore che vive nei fiumi dell'Amazzonia, è uno dei più potenti alleati che possano aiutarci a realizzare i sogni, perché come in genere i serpenti è capace di grande concentrazione, di pazienza e di cambiare pelle ossia di cambiare e rinnovare la propria vita.

Quando si unisce a noi per aiutarci alberga di solito proprio nella parte centrale del corpo, nel ventre, perché ha caratteristiche simili alle nostre viscere, che paiono un lungo serpente attorcigliato.
incontreremo sia l'Anaconda sia altri Spiriti Animali per aiutarci a imparare e trovare la forza di fare il salto del Potere e anche di insegnarci... la cosmovisione sciamanica.

Cosa è mai?
Tra i nativi Shuar in Amazzonia, quando a un bambino capitava di farsi spesso male, i vecchi dicevano: "a questo bambino manca qualcosa (la cosmovisione)". E lo portavano a una cascata dove, dopo alcuni giorni di digiuno, uno Spirito gli dava il Sogno che doveva realizzare, ma soprattutto glo dava la visione del senso della sua vita, il suo ruolo nel Cosmo e nella relazione con gli altri della comunità, con gli stranieri e con tutti gli Esseri. ?Una volta visto questo, la vita del bambino poi non sarebbe stata più né dispersiva né auto-lesionistica.
Questa visione è chiamata cosmovisione sciamanica. Ed è la cosmovisione, come scopriremo, a permetterci di indirizzare il Potere nella giusta direzione e di fare un salto che non sia né troppo lungo né, soprattutto, troppo corto.

Programma del Cerchio

Gran parte del programma è riservato perché dovrete fare delle scoperte e avere delle sorprese. In via orientativa:

  • impareremo come si fa il salto del Potere e quali capacità occorre sviluppare per riuscirci bene.
  • vedremo in particolare come scorre il Potere nel nostro corpo e come diventarne consapevoli. In particolare ci serviremo per questo dell'aiuto dell'Anaconda e di altri Spiriti Animali.
  • scopriremo come concentrare il Potere nei punti giusti del corpo e come rilasciarlo e quali esercizi ci consentono di imparare a farlo bene. Anche qui Spiriti Animali ci saranno di aiuto.
  • scopriremo il Potere della cosmovisione sciamanica, e come riuscire ad aprire gli occhi ad essa.
  • tutti durante il Cerchio potranno provare a fare il salto per materializzare un piccolo sogno e per aiutare gli altri a fare altrettanto nel lavoro a coppie.
  • ogni partecipante potrà stabilire un alleanza con uno Spirito che vi aiuterà a realizzare i Sogni una volta tornati a casa. Impareremo anche continuare a esercitarci per sviluppare al meglio queste capacità e realizzare sogni via via maggiori.

Requisiti per partecipare

Il Cerchio è aperto a tutti, anche chi non abbia alcuna esperienza di pratica sciamanica.

A chi è rivolto questo Cerchio

Il Cerchio è rivolto a chi voglia cambiare o migliorare la propria vita e trovare il modo di realizzare i propri Sogni. È rivolto anche a chi volgia aiutare altre persone a fare questi cambiamenti nella propria esistenza, all'interno di una forma curanderia (terapia sciamanica) o di counseling.

È orientato quindi alla gestione del Potere personale, al miglioramento di sé e, limitatamente, alla curanderia.

Date, orari, luogo, prezzi

Il Cerchio si terrà in un albergo immerso nella Natura vicino a Lugano (Ticino, Svizzera). Il luogo esatto sarà comunicato direttamente agli iscritti.
Inizieremo sabato 31 gennaio alle 9.30 di mattina. Termineremo domenica alle 13 circa.

La quota di partecipazione è di 230 CHF, pasti inclusi.

Alloggio e pasti

Il pernottamento in camera a 5 letti costa 37 franchi p/p, inclusa la prima colazione a buffet. Sono disponibili anche sistemazioni in camera tripla, doppia o singola, salvo disponibilità.
ATTENZIONE! I posti in camere a 5 letti sono molto limitati, chi desidera questa sistemazione dovrebbe prenotarsi quanto prima!

Il Cerchio è residenziale e il soggiorno in loco è necessario per mantenere la necessaria unità e calma durante il lavoro.
Il pranzo di sabato è incluso nelle quote di partecipazione. La sera di sabato si tiene un rito importante per il quale è richiesto il digiuno.

Modalità di iscrizione

Per iscrivervi dovete inviare un acconto di 150 CHF(1).

Le iscrizioni saranno chiuse appena raggiunto il numero massimo e comunque entro le ore 18 di sabato 24 gennaio.

Il Cerchio sarà condotto da Francesco Tsunki, sciamano e curandero Shuar (Amazzonia).

Come sempre, parte del ricavato servirà a sostenere il popolo Shuar (noto un tempo come Jíbaro), detentore di una delle più importanti culture sciamaniche del mondo e che si sforza di conservare le sue tradizioni continuando a vivere di caccia e orticoltura sarchiata nella selva Amazzonica.

Per iscrivervi cliccate sul pulsante qui sotto e seguite le istruzioni.