Il Ritorno della Pantera

Buenas tardes.

Come questo vecchio Uwishín, vecchio sciamano, aveva detto, la pantera ha ricominciato a cacciare a mani basse Perché è venuta la stagione un pò più fredda. Aveva smesso in tarda primavera non per il lockdown, ma semplicemente Perché veniva caldo e la pantera come tutte le influenze preferisce non cacciare col caldo o cacciare poco, e adesso ha ripreso naturalmente vigore. E adesso di nuovo si segue tutta la stessa strategia – si fa per dire – della primavera, ossia buona parte dell’Europa è in lockdown. La Svizzera ancora no ma manca poco…. Ma qui si tratta di salvare delle vite umane, anche se sono vite di persone di età un pò avanzata… Comunque si tratta di salvare delle vite umane.

Ma il lockdown non serve a salvare vite umane. Forse ve lo vogliono far credere alcuni, ma non credo che nessuno al potere davvero pensi che il lockdown riduce i contagi. Perché? Perché la pantera durante il lockdown non è che muore. Se la pantera morisse si… ma trova sempre un pochino da cacciare e comunque il lockdown non è abbastanza lungo, dovrebbe durare un anno per farla morire di fame! E quindi quando le porte si riaprono la pantera ricomincia a cacciare come prima. Anzi un pò più di prima no per rifarsi del tempo perduto, ha un pò di fame arretrata. Il lockdown non serve a ridurre i contagi, serve a diluirli nel tempo. Così lo scopo non è quello di salvare le persone; lo scopo è di salvare gli ospedali. Perché se ci sono troppi contagi gli ospedali naturalmente finiscono in sovraccarico. Facendo un lockdown la curva dei contagi si appiattisce, i contagi si diluiscono di più nel tempo e poi quando si aprono le porte riaumentano ma, prima che ritornino ci mettono un pò per aumentare abbastanza e quindi gli ospedali ce la possono fare, dopodiché se aumentano troppo devono fare un altro lockdown fino a che non arriva la primavera. 

Il lockdown indirettamente può salvare qualche vita nel senso che se gli ospedali sono pieni, può essere che non puoi curare delle persone che invece potrebbero essere salvate ma, niente più di questo. Il numero di contagi resterà circa lo stesso alla fine della guerra, no?

Se il problema è salvaguardare gli ospedali che non ce la fanno a sopportare il carico, perché durante l’estate, visto che sapevano che sarebbe tornata la pandemia, che la pantera sarebbe ritornata, altrimenti se non lo sapevano bastava che chiedevano a questo vecchio Uwishín e glielo diceva… Certo che tornava col freddo è un influenza! Se lo sapevano Perché non hanno sfruttato l’estate per potenziare gli ospedali e soprattutto per ingrandire le zone di terapia intensiva no? Reclutando magari altro personale, anche reclutandole nel terzo mondo, Perché non hanno fatto questo? Sarebbe costato molte centinaia di milioni, forse miliardi si ma molto molto meno di quanto costerà alla crisi economica nel corso dei prossimi anni, Perché l’effetto della crisi provocata dai lockdown non è semplicemente quello immediato è un’onda –come l’onda di cui parlavamo in un altro video – è un onda un onda lunga, ci metterà anni per mostrare un pò alla volta tutte le conseguenze in tutti i campi: prima colpirà alcuni, poi colpirà altri, poi colpirà altri ancora. Perché allora non hanno potenziato gli ospedali, qualcuno qui anche in Svizzera l’ha anche scritto sul corriere del Ticino, però non si capisce come non l’avevano scritto anche in primavera. Io in primavera avevo detto questa stessa cosa che hanno scritto. Perché non si potenziano gli ospedali? Possibile? Dunque Perché in Italia dicono sono stupidi i governanti ma, non è solo in Italia che non hanno fatto niente per la struttura ospedaliera, neanche nel resto d’Europa, neanche in Svizzera dove i soldi ci sono e non occorre fare acrobazie contabili per riuscire ad avere il denaro necessario per pagare questi nuovi ospedali etc. Non è stato fatto da nessuna parte, possibile che siano tutti stupidi? Beh, quando sembrano tutti stupidi mi domando invece se lo stupido non sono io. 

Vedete, credo che qualcuno qui naturalmente stia cercando di sfruttare la pandemia. Perché quelli che sono realmente potenti sulla terra non sono coloro che sfruttano le buone occasioni. Sono coloro che sfruttano le cattive occasioni, cioè le disgrazie. Ecco vedete… io non sono un complottista. Penso che i complottisti siano molto ingenui, loro credono che ci siano delle persone potenti che sono come degli dei, i quali decidono quello che deve accadere nel mondo, tipo creano un virus artificiale, lo diffondono artatamente e in modo tale che provochi le conseguenze che loro vogliono, in modo che poi queste conseguenze provochino altre cose che loro vogliono in modo da pilotare tutto, tutta la storia del mondo. 

Questo è molto ingenuo. Non ci sono uomini così potenti, perché nessuno ha il potere degli dei. Se cerchi di pilotare le cose in modo che vadano come tu desideri succede sempre qualcosa che si mette per traverso e vanno in un’altra maniera. Durante la fine degli anni trenta non credo che ci fosse qualcuno in Europa che veramente desiderava la guerra con la Germania, tanto meno con la Germania alleata con l’Italia. Almeno con la Germania e con l’Italia neutrale, o con l’Italia alleata con il resto dell’Europa, semmai. Nessuno voleva quella guerra però vennero fatti un sacco di errori clamorosi che spinsero nella guerra. Non c’è gente che è così potente, non ci sono dei. Spesso i complottisti immaginano che le persone potenti siano gente di un’altra razza, come… Alcuni lo credono davvero, credono che siano dei rettiliani, qualcosa così. 

Non sono di un’altra razza, sono come me e voi, solo che loro, le persone veramente potenti sono quelle che sfruttano le disgrazie. Ripeto questo concetto: il segreto della grande fortuna non è sfruttare le buone occasioni come si crede di solito. Sfruttare le buone occasioni tante persone sono capaci di farlo, ma chi sfrutta le buone occasioni avrà media fortuna, perché poi quando arrivano le disgrazie la sua fortuna calerà di nuovo quindi andrà all’indietro e dovrà fare sforzo poi per tornare in avanti e quindi si mantiene sempre su una media fortuna. Quelli che hanno grandissimo potere, grandissima fortuna sono

quelli che sfruttano le cattive occasioni, ossia quelli che sfruttano le disgrazie, anche le proprie disgrazie. Perché dentro la disgrazia c’è un grande potere, molto più grande di quello che c’è nella buona occasione. Tutto sta a volgerlo a proprio vantaggio e in più sono pochi quelli capaci di sfruttare le disgrazie. La maggior parte di fronte alle disgrazie rimane sbigottita o è impaurita o si rinchiude dentro casa spaventata come durante coronavirus, c’è la pantera fuori e hai paura e stai chiuso dentro casa. Poi riesci con cautela e poi ti rinchiudi di nuovo in casa ma, quelli davvero furbi, quelli che davvero hanno grande potere sfruttano la pantera, decidono di fare un’alleanza con lei. Non credo che ci sia qualcuno che ha causato la pandemia apposta per ottenere degli scopi speciali, credo che ci sia qualcuno che sta sfruttando la pandemia, coglie l’occasione è lì il vero potere, la pandemia è arrivata per vari motivi, la madre terra ha buone ragioni per diffonderla, può essere stata creata in laboratorio come no ma, comunque si è diffusa e qualcuno adesso, sta armeggiando per sfruttarla a proprio vantaggio, per sfruttarla in modo da produrre nella società dei grossi cambiamenti radicali.

Perché vedete nelle democrazie c’è un piccolo difetto – non è l’unico: che non è possibile fare cambiamenti radicali, perché la maggior parte delle persone ha paura dei cambiamenti. Tutte le anime delle persone deboli più fragili hanno paura del cambiamento, anche del cambiamento che sembra molto positivo, anche il cambiamento positivo. E siccome la maggioranza delle persone è debole o fragile, ed è la maggioranza a trionfare, a eleggere i propri rappresentanti in una democrazia, tu devi avere l’appoggio della maggioranza per governare… non riesci a fare grossi cambiamenti perché la maggioranza ha paura, l’unico modo per fare grossi cambiamenti sono le guerre. Ma nel nostro mondo le guerre sono molto difficili, sono sempre molto localizzate e quindi difficilmente fanno enormi cambiamenti. Un’altra cosa che può provocare grossi cambiamenti sono le epidemie che funzionano come fossero guerre, come potete vedere e l’abbiamo già detto in altri video. Allora qualcuno qui non ha provocato l’epidemia, ma la sta usando per produrre enormi cambiamenti nella società che altrimenti non sarebbe possibile attuare. Sono cambiamenti economici, cambiamenti sociali e cambiamenti di pensiero. Quali cambiamenti? 

Beh di questo vorrei parlare in un altro video successivo. Qui mi premeva sottolineare che il vero potere sta nello sfruttare le disgrazie, quindi avevo già detto che la pantera avrebbe poggiato il suo potere sulla paura quindi che non bisogna averne paura. Questo non vuol dire non proteggersi – questo vuol dire essere incoscienti – significa non averne paura, se tu ne hai paura ti morderà. Proteggersi ma senza aver paura e senza soprattutto dimostrala. Ma questo, abbiamo fatto un cerchio online per questo scopo che è andato piuttosto bene. Molto bene devo dire. C’è stato grande potere nonostante non ci fosse nessun contatto fisico diretto tra di noi. Addirittura delle persone sono state fisicamente male a causa del forte passaggio di potere, è una cosa buona Perché provoca una purificazione. Superare la paura è solo il primo passo. Il secondo passo è riuscire a volgere la disgrazia, cioè il potere della Pantera a proprio vantaggio. 

Ho già detto che le persone di grande potere sono quelle che riescono a fare questo, come quelli che si arricchiscono durante le guerre. Ora questa può sembrare una cosa brutta, e spesso lo è – gli accapparratori per esempio che nascondono durante le guerre le merci, il cibo etc. per poi rivenderlo a caro prezzo, e i borsaneristi, quelli che vendono cibo a borsa nera che se non speculano troppo non è detto neanche che non sia una cosa cattiva – ma ci sono anche quelli che alla fine di una guerra si mettono nell’edilizia per ricostruire, molti si sono arricchiti così, e questo di per sé non è una cosa cattiva, anzi aiuti la ricostruzione, aiuti la comunità.

Il potere di una disgrazia può essere usato sia in modo immorale, sia in modo buono. Questo sta sempre a voi come usarlo e io dico che va sempre usato in modo morale in modo etico, cercando di fare del bene anche agli altri. Perché altrimenti ci sarà, se non si farà questo, ci sarà un ritorno negativo, un’onda di ritorno negativa. Tu forse farai fortuna ad esempio col denaro ma avrai disgrazie in altri campi. 

Però per ottenere veramente il potere nella vita è necessario sfruttare l’occasione negativa, sfruttare la disgrazia, Allora il secondo passo da fare nei confronti della pantera è quello sciamanicamente di riuscire a venire a patti con la pantera: fare un’alleanza con lei. Un’alleanza con la pantera può sembrare brutto come allearsi con uno Spirito cattivo. Ma la pantera non è di per sé uno Spirito cattivo: è cattivo per noi perché mangia esseri umani, ma,,, è come il gatto è cattivo per il topo. Anche lei ha bisogno di mangiare no? In realtà lei mangerà comunque. Non è possibile eliminarla fino a che non ci sarà un vaccino probabilmente, e ancora ci vorrà del tempo. Allearsi con la pantera significa riuscire a trarre qualcosa di buono dal suo potere. Si può trarre qualcosa di buono anche che va a tuo vantaggio, e se possibile che vada a vantaggio anche di altre persone – non solo proprio. 

Questo è quello che su cui vorrei invitarvi a riflettere.

Gracias a todo el mundo.

Buenas Tardes.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image